Wrigley Field: storia della casa dei Chicago Cubs

Parlare di un vero tempio dello sport negli Stati Uniti è una delle cose più difficili che si possa fare, evitando di scadere nel banale. Ci troviamo addirittura nella terza città più popolosa degli Stati Uniti, Chicago, per saperne di più su Wrigley Field.

Nome ufficiale: Wrigley Field.

Ubicazione: 1060 West Addison Street, Chicago, Illinois, United States .

Capienza: 41.649 spettatori

Anno di inaugurazione: 1914.

Dimensioni del terreno campo sinistro: 108.2 m
campo centro-sinistro: 112.2 m
campo centrale: 121.9 m
campo centro-destro: 112.2 m
campo destro: 107.6 m

Proprietario: Chicago Cubs

Chi ci ha giocato: Baseball Chicago Whales (FL) (1914–1915)
Chicago Cubs (MLB) (1916–oggi)
Football americano Chicago Tigers (APFA) (1920)
Hammond Pros (NFL) (1920–1926)
Chicago Bears (NFL) (1921–1970)
Chicago Cardinals (NFL) (1931–1939)
Calcio Chicago Sting (NASL) (1977–1982; 1984)

Note: pochi impianti sportivi in ​​America sono così antichi come il Wrigley Field. È il secondo stadio più antico del baseball MLB (dopo il Fenway Park di Boston) ed è ricco di tradizioni meravigliose.

 

I lavori per lo stadio iniziarono nel 1911 e venne inaugurato nel 1914 con il nome di Weeghman Park. Il magnate della gomma da masticare William Wrigley prese il controllo dei Chicago Cubs nel 1921 e nel 1927 lo stadio venne ribattezzato Wrigley Field.



Lo stadio ha alcune caratteristiche che lo rendono speciale. Ad esempio, sebbene abbia un enorme tabellone luminoso per il punteggio dei match, l’indicatore è ancora riflesso su un pannello manuale. Un altro dettaglio è che le pareti che circondano il campo da gioco sono circondate da edera. Inoltre, è famoso l’arco dell’accesso principale allo stadio, in stile art-déco, che è stato mantenuto dal 1934 e dove viene esposto il nome del prossimo rivale dei Cubs.

A causa della sua età, è uno dei pochi stadi del campionato circondato da edifici residenziali e senza parcheggio esterno intorno. Questo rende i tetti degli edifici circostanti un punto privilegiato per guardare le partite. Queste hanno acquisito uno status quasi ufficiale, al punto che i vicini facevano pagare l’ingresso per accedere alle terrazze. Per alcuni anni queste comunità hanno pagato una quota al club e tutti sono stati felici. Inoltre, poiché è quasi attaccato al lago Michigan, il Wrigley Field è in balia dei venti che vi si generano con ovvie conseguenze sullo svolgimento delle partite.


Lo stadio ha subito importanti lavori di ristrutturazione. La prima è stata nel 1937, la seconda nel 1988 (quando sono state installate le torri di illuminazione artificiale) e l’ultima nel 2014, terminata nel 2019

Wrigley Field, teatro del famoso aneddoto di Steve Bartman , non è solo la casa di una delle squadre più tradizionali del baseball mondiale, ma ha anche ospitato concerti di alcune delle più grandi star della storia, come Elton John, Paul McCartney, Bruce Springsteen, AC / DC, Foo Fighters, Green Day o Lady Gaga.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.