Vite dissolute: George Best arrestato

Era il 21 febbraio 1974 quando il talento di George Best arrestato poco dopo aver lasciato il club che lo aveva reso celebre, il Manchester United, per un fatto raro e curioso e non relativo alla sua passione smodata per l’alcol: furto con scasso era l’accusa.

La superstar del calcio nordirlandese aveva appena giocato la sua ultima partita con lo United il mese prima, dopo aver avuto una serie continua di discussioni con il manager Tommy Docherty ed aver preferito fare coming out relativamente alla passione per la neo incoronata Miss Mondo, Marjorie Wallace, premio ricevuto proprio pochi giorni prima l’inizio della liason.

George Best Marjorie Wallace

Ma il flirt fra le due celebrità ebbe vita brevissima. Un bel giorno infatti Miss Wallace, svegliandosi, trovò che dal suo appartamento erano scomparse alcune collezioni, fra cui collier, gioielli preziosi, nonchè circa il controvalore di 20 sterline dell’epoca in alcolici. Così, decise di chiamare la polizia, che si diresse senza alcuna incertezza verso il Slack Alice, un night club di Manchester dove procedette all’arresto del calciatore nelle prime ore del mattino del 21 febbraio. Dopo averlo sottoposto ad interrogatorio per cinque ore, lo portarono di filato a Londra per gli accertamenti giudiziari del caso e l’incriminazione per furto.

Best negò ogni addebito ed il caso slittò ad aprile, quando Miss Wallace rinunciò a presentarsi in tribunale per il processo. Chiudendo così positivamente la vicenda, il giudice notò che, sebbene incriminato per un reato grave, Best non mostrò mai alcun segno di pentimento o di preoccupazione per il caso, sebbene potesse rischiare una condanna anche di qualche anno nelle patrie galere inglesi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.