Varesina Calcio, Serie D ed Inter per continuare il cammino

Varesina Calcio atto secondo: non è il titolo di un film ma è l’anno della seconda stagione in Serie D della squadra che unisce, dal 2010, le realtà calcistiche di Castiglione Olona e Venegono Superiore e che, dopo una rapida e costante scalata, è arrivata alle porte del calcio professionistico, fermandosi al più alto livello del calcio dilettantistico, campionato che solo un scrittore di storie fantastiche avrebbe potuto intravedere.

La seconda stagione che la Varesina disputerà nel torneo, rappresenta per la società a gestione famigliare (vero punto forte ed insostituibile) un altro mattoncino al lavoro certosino di questi anni. E non esiste solo il calcio di vertice nella società della provincia di Varese, ma la cura è dedita anche alla base, il settore giovanile partendo fin dai più piccoli. A testimoniare l’impegno è stato l’accordo siglato con l’Inter, diventando Centro di Formazione, il primo tra l’altro in provincia.

Nella cornice di Villa Branda Castiglioni di Castiglione Olona, è stato Roberto Samaden, responsabile del Settore Giovanile dell’Inter, a presentare  il progetto con durata triennale che “farà respirare” aria di massima serie alla giovane società varesina.

Qualcuno a leggere la parola Inter potrebbe montarsi la testa: la Serie A è l’aspirazione per chiunque si trovi nel mondo del calcio, dal giovane calciatore all’allenatore, dal dirigente al presidente, sognare  d’altronde non costa nulla. Ma la possibilità di scambiare alcune parole con il direttore generale della Varesina Calcio Matteo Di Caro mi ha permesso di capire in parole semplici che i voli pindarici non sono permessi e non fanno parte della cultura societaria.

Progettare non deve per forza essere associato ad idee faraoniche, scenari fantasiosi e traguardi altissimi: legarsi all’Inter non significa per un giovane atleta (ed i suoi genitori) correre dal primo procuratore per spingere il “campioncino” oltre. L’attività di base deve, soprattutto in questa fase storica, dove il calciatore è il Divino da ammirare e toccare, plasmare ragazzi che possano diventare Uomini nella Vita di tutti i giorni. E se sapranno giocare bene a calcio, meglio ancora.

Ed allora Forza Varesina, il lavoro duro di tutti i giorni, come ha dato finora frutti succosi e deliziosi, deve continuare con ancora maggior lena, perchè la Serie D rimanga tua per tanti anni e se poi, chissà, dovesse arrivare qualcosa di meglio ( e di più grande), siamo convinti che la Società saprà fare il passo giusto.

 

Il logo della Varesina calcio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.