Vampeta: il brasiliano più famoso fuori dal campo

Il Brasile è una culla inesauribile di giocatori. Ce ne sono di buoni, non ce ne sono di così buoni e poi ci sono alcuni personaggi che sono diventati più celebri anche per altre motivazioni come è il caso di Vampeta.

Chi era? Un centrocampista brasiliano degli anni ’90 che ha terminato la carriera nel primo decennio del ventesimo secolo.

Perché è ricordato ? Beh, per essere stato in nazionale con il Brasile e per aver giocato, con sfortuna, in squadre del calibro di Inter, PSG, PSV, Corinthians e Flamengo.

Cosa fa adesso? Si è ritirato nel 2008 alla Juventus da Mooca nel suo paese natale. Attualmente è presidente del Grêmio Osasco Audax , una piccola squadra nell’area di San Paolo di cui è stato anche allenatore.

Lo sapevi che?: Il suo soprannome, Vampeta, è la contrazione di due parole: “vampiro” e “capeta” (in portoghese, “diavolo”).

– Il soprannome gli venne assegnato ai tempi al Vitória de Bahía, perché gli mancavano i due incisivi centrali.

– In effetti, Vampeta ha iniziato a giocare al Vitória, da dove provenivano grandi giocatori brasiliani come Bebeto, Dida, Hulk e David Luiz.

– Quando Vampeta arrivò all’Inter nel 2000 condivideva la casa con Ronaldo e presto divenne un compagno anche fuori dal campo con l’attaccante esplosivo.

– Dopo aver smesso con il calcio, si candidò alle elezioni brasiliane del 3 ottobre 2010 nelle file del Partido dos Trabalhadores di San Paolo


– In effetti, Vampeta era quella con Ronaldo nella famosa orgia con travestiti che recitava in ‘O Fenomeno’. Vampeta ebbe l’ardire di raccontare i fatti: “La storia è semplice, Ronaldo mi ha invitato a cena. C’erano cinque donne lì. Quando avevamo già bevuto tre e quattro caipirinha, ho chiesto quante erano donne e quante erano uomini ”.



– Vampeta è sempre stato un ragazzo disinibito ed è andato a posare per una rivista gay di nudo. Quando dico nudo, è totalmente nudo. Inoltre, ha anche posato con un’erezione!

– Vampeta ha una sorella lesbica.

– Il giocatore si considera eterosessuale e quando ha posato nudo ha dichiarato che molte donne avrebbero poi comprato anche la rivista.

– Il suo allenatore, in seguito, Vanderlei Luxemburg, disse che “ognuno è libero di fare ciò che vuole purché non danneggi la squadra. E no, non comprerei la rivista, perché Vampeta è molto brutto”.

– Nel mondiale 2002, vinto dal Brasile contro la Germania, giocò appena 18 minuti nella prima partita contro la Turchia.

– Due giorni dopo la vittoria, prima di essere ricevuto con i suoi compagni dal presidente della Repubblica, si ubriacò completamente.

– Misura 1,82 metri.



Biografia, palmares, statistiche: Marcos André Batista dos Santos è nato il 13 marzo 1974 a Nazaré, in Brasile. Ha debuttato come professionista nel 1993 al Vitória de Bahia nel 1993. Un anno dopo è venuto in Europa per giocare per il PSV Eindhoven, che lo cedette in prestito per il primo anno a Venlo e un altro al Fluminense. Nel 1998 venne firmato dal Corinthians e nel 2000 dall’Inter. Poi è passato al PSG e nel 2001 al Flamengo. L’anno successivo è tornato a Corinthians e nel 2004 a Vitória. Nello stesso anno è andato in Kuwait e nel 2005 è tornato a giocare per il Brasiliense. Nel 2006 ha giocato per il Goiás e nel 2007 ancora per il Corinthians, per ritirarsi nel 2008 alla Juventus da Mooca. Nel suo record, ha un campionato Baiano con Vitória; due campionati di San Paolo, due Brasileiraos, una Coppa del Brasile e una Coppa del Mondo per club con il Corinthians; un campionato di Goiano con il Goiás e un campionato e una supercoppa olandese con il PSV.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.