Ultima partita di Marco Van Basten

Il cigno di Utrecht, così venne sopranominato Marco van Basten, l’attaccante olandese che fece le fortune del Milan a cavallo degli Anni 80 e 90, segnando goal a raffica (quando giocava) e segnando la storia dei rossoneri in Coppa Campioni, contribuendo innanzitutto al successo nella competizione europea nella finale di Barcellona contro lo Steaua.

Ma purtroppo le caviglie del bomber ex Ajax erano talmente sottili e fragili che dovette smettere nemmeno 30enne, quando si fermò all’età di 28 anni a causa dei continui infortuni.

Ma quando Van Basten diede l’addio al calcio? 

Se tutti lo ricordano con un davvero vintage giubbetto di renna salutare in una domenica d’agosto i suoi ex tifosi davanti a San Siro gremita, l’ultimo match del campione non fu certo felice.

Era la finale di Coppa Campioni che si giocava a Monaco di Baviera contro il Marsiglia dell’allora presidente Bernard Tapie, un Tycoon della televisione francese come il suo avversario, Silvio Berlusconi.

Correva l’anno 1993, precisamente la sera del 26 maggio quando sul prato dell’Olympistadion si disputava la finalissima che vedeva i rossoneri nettamente favoriti, arrivati all’ultimo atto da imbattuti. Sembrava già tutto scritto (se doveste avere occasioni di rileggere le previsioni di quel periodo, sembrava non esserci storia) e come sempre, la legge dello sport, smentisce ogni cosa, anche la più certa.

Per sapere come andò a finire, vi rimandiamo al nostro articolo.

Se invece, volete sciogliervi in un pianto purificatorio, ecco la scena del campione che saluta la folla di quello stadio che fu sua casa per troppo poco tempo.

 

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.