Serie A: quando e quali le partite della prima giornata

La Serie A 2017-18 aprirà i battenti il prossimo 20 agosto. Sarà il 119° torneo nazionale, la 86-esima edizione a girone unica e l’ottava volta che la Lega di Serie A si è separata dalla Lega B a seguito degli “scontri” politici per la suddivisione dei diritti TV.

Il sorteggio, tramite computer, il prossimo 26 luglio in una sede ancora da definire, che potrebbe essere ancora presso gli uffici milanesi di Infront.

Il massimo torneo, dopo 38 giornate, terminerà il prossimo 20 maggio 2018, con la speranza che la nazionale italiana debba partire per il ritiro dei Mondiali di Russia 2018. Il prossimo campionato vedrà scendere in campo le 20 squadre per tre turni infrasettimanali, precisamente mercoledì 20 settembre, mercoledì 25 ottobre e mercoledì 18 aprile.

I criteri per il sorteggio

Prima ancora che venga premuto il tasto per dare il via ufficialmente alla stagione calcistica, sono già noti alcuni criteri che eviteranno scontri diretti fra alcune compagini nel primo turno. Innanzitutto:

– Le città che vantano due clubs a condividersi il medesimo stadio (Genova, Milano, Roma e Verona), vedranno invertire l’ordine di esordio in casa è invertito rispetto al campionato 2016/17

– i derby di Genova, Milano, Roma, Torino e Verona non sono ammessi alla prima giornata

– le squadre che si sono incontrate nella prima giornata dei campionati 2015/16 o 2016/17 on potranno affrontarsi nel primo turno

– le squadre partecipanti ai turni preliminari e/o ai play-off della UEFA Champions League (Napoli) e della UEFA Europa League (Milan) non si incontrano tra loro nella 1ª giornata

Dunque, per fare un esempio, la Juventus campione in carica potrebbe subito sfidare una big alla prima giornata,  ovvero una fra Inter, Lazio, Milan, Napoli e Roma.

Di seguito invece, gli incontri, squadra per squadra, che non potranno verificarsi alla prima giornata.

 

– JUVENTUS: giocherà in casa o in trasferta e potrà incontrare tutte le squadre tranne Fiorentina, Torino ed Udinese.

– ROMA: giocherà in trasferta e non affronterà sicuramente Chievo, Genoa, Hellas Verona, Lazio, Milan ed Udinese.

– NAPOLI: giocherà in casa o in trasferta e non affronterà sicuramente Milan e Sassuolo.

– ATALANTA: giocherà in casa o in trasferta e non affronterà sicuramente Inter e Lazio.

– LAZIO: giocherà in casa e non affronterà sicuramente Atalanta, Bologna, Hellas Verona, Inter, Roma e Sampdoria.

– MILAN: giocherà in trasferta e non affronterà sicuramente Chievo, Fiorentina, Genoa, Inter, Napoli, Roma e Torino.

– INTERNAZIONALE: giocherà in casa e non affronterà sicuramente Atalanta, Chievo, Hellas Verona, Lazio, Milan e Sampdoria.

– FIORENTINA: giocherà in casa o in trasferta e non affronterà sicuramente Juventus e Milan.

– TORINO: giocherà in casa o in trasferta e non affronterà sicuramente Juventus e Milan.

– SAMPDORIA: giocherà in casa e non affronterà sicuramente Genoa, Hellas Verona, Inter e Lazio.

– CAGLIARI: giocherà in casa o in trasferta e non affronterà sicuramente il Genoa.

– SASSUOLO: giocherà in casa o in trasferta e non affronterà sicuramente il Napoli.

– UDINESE: giocherà in casa o in trasferta e non affronterà sicuramente Juventus e Roma.

– CHIEVO: giocherà in trasferta e non affronterà sicuramente Genoa, Hellas Verona, Inter, Milan e Roma.

– BOLOGNA: giocherà in casa o in trasferta e non affronterà sicuramente Crotone e Lazio.

– GENOA: giocherà in trasferta e non affronterà sicuramente Cagliari, Chievo, Milan, Roma e Sampdoria.

– CROTONE: giocherà in casa o in trasferta e non affronterà sicuramente il Bologna.

– SPAL: per la squadra di Ferrara, il rientro nella massima serie dopo quasi 50 anni potrebbe avvenire indipendentemente in casa o in trasferta.

– HELLAS VERONA: giocherà in casa e non affronterà sicuramente Chievo, Inter, Lazio, Roma e Sampdoria.

– BENEVENTO: l’esordio nella massima serie per le Streghette potrebbe anche avvenire di fronte al proprio pubblico, anche in considerazione del fatto che il Comune, in accordo con la società, sta provvedendo ai lavori di ampliamento e modifica dell’impianto. Tuttavia i campani potrebbero anche disputare il primo match in terreno esterno, magari proprio al San Paolo contro i “cugini” del Napoli.

 

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.