Sebastien Herrera, lo specialista in retrocessioni nel calcio

Se gennaio è il mese del calciomercato, per i direttori sportivi è il momento giusto (ed anche l’ultimo) per far svoltare la stagione alla propria squadra. E prendere un “vincente” può essere la soluzione anti-retrocessione. Allora sicuramente, se ancora giocasse, un certo Sebastián Herrera non sarebbe sui taccuini degli operatori di mercato.

Sebastián Herrera Zamora nacque il 22 aprile 1969 in Danimarca, a Copenhagen, dove viveva la famiglia. Poi, ben presto, il ritorno in “patria, in Catalogna, la regione di cui era originario il padre. Cresciuto calcisticamente nel Barcellona, debuttò in prima squadra nel corso del 1991. Poi un primo trasferimento al Maiorca e successivamente al Real Burgos. Ritorna in Catalogna, ma nel Barcellona B, nel 1993, che subito lo spedisce in viaggio verso il Lleida. Nel 1994 finisce sul lato B della città catalana, firmando per l‘Espanyol. E’ sempre  in viaggio Herrera: nel 1997 è tra le fila del Las Palmas, poi nel 1999 firmò per il Logroñés e nel 2000 la compagine portoghese del Farense. Nel 2002 comincia la discesa negli “inferi” calcistici con il Gavà e nel 2005 al Santboià. Infine l’ultima esperienza è con il Gimnàstica Iberiana nella stagione 2007/2008. Nel suo palmarés riesce ad annotare un successo prestigioso, un campionato con il Barcellona agli inizi della carriera.

Poi, dopo il ritiro dalle scene, ha iniziato la carriera di allenatore: prima nel settore giovanile dell’Espanyol ed oggi invece tecnico del Rayo Cantabria, club di terza divisione iberica.

Record di retrocessioni: il caso Herrera

Nel corso della sua carriera il difensore spagnolo ha registrato un “triste” primato. Ha infatti vissuto in prima linea ben sei retrocessioni e più precisamente: in 2ª B con il Barça B (1989), nel 1992, in 2ª con il Maiorca, nel 1993, in 2ª con il Burgos, nel 1994 in 2ª con il Lleida, nel 2000 in 2ª B con il Logroñés, nel 2002 nella 2ª serie portoghese con il Farense ed infine nel 2003 in Terza divisione spagnola con il Gavá.

Record di retrocessioni: il debutto

Fu Johan Cruyff a farlo debuttare in prima squadra con il Barcellona, quando al giovanissimo Herrera toccò marcare nel match di Supercoppa di Spagna un “tale” Hugo Sánchez.

Record di retrocessioni: Altre curiosità

Nel 1995 la rivista Don Balón lo elesse miglior difensore centrale della Liga.

Ha giocato anche con la nazionale della Catalogna.

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.