Scozia-Marocco Mondiali 98: il tracollo della Tartan Army

Era il 23 giugno 1998, quando la Scozia uscì dalla Coppa del Mondo in modo disastroso, perdendo 0-3 contro il Marocco nell’ultima partita della fase a gironi. In questo modo, gli scozzesi stabilirono il record di maggior numero di presenze nei tornei iridati senza superare il primo turno.

Le due squadre avevano iniziato la giornata alla pari con un punto ciascuna, avendo entrambe perso contro il Brasile e pareggiato con la Norvegia, ma il Marocco ha subito dimostrato l’intenzione di allontanarsi dalla compagnia scozzese. Al 22°, un lungo passaggio da oltre la linea di centrocampo è rimbalzato sul lato sinistro dell’area degli scozzesi davanti all’attaccante marocchino Salaheddine Bassir. Bassir con un tocco di sinistro al volo spedì la palla oltre il portiere Jim Leighton, dando al Marocco il vantaggio.



Hanno segnato il loro secondo gol in modo simile. Al 46°, un passaggio ancora più lungo è volato sulla linea difensiva scozzese nel percorso dell’attaccante Abdeljalil Hadda, che ha superato il difensore David Weir in area e tentò di superare Leighton, che era arrivato al limite dell’area. Leighton riuscì nel colpire la palla sopra la sua testa, ma cadde in porta per portare il Marocco sul 2-0. Poco dopo, la Scozia è stata ridotta in 10 uomini dopo che il centrocampista Craig Burley si vide mostrare un cartellino rosso per un’entrata quanto meno avventata su Bassir. Bassir ha poi completato la disfatta con uno shot all’85’ dopo aver battuto il difensore Tom Boyd con un brillante primo tocco.

La sconfitta lasciò così la Scozia in fondo al girone per l’ottava eliminazione al primo turno in otto presenze nel torneo. Nonostante il risultato, anche il Marocco venne eliminato, con la Norvegia che superò per 2-1 il Brasile conquistando il secondo posto nel girone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.