Sampdoria-Lecce 3-0: 19 maggio 1991 il giorno dello scudetto

Marassi è già pieno ore prima che inizi Sampdoria-Lecce, penultimo turno della Serie A stagione 1990-91, ma perché tutta questa fretta?

Si può vivere anche di soli ricordi, se questi aiutano nei momenti difficili o “normali” e maggio 19 maggio 1991 è una data che i tifosi della Sampdoria ricorderanno per sempre. A Marassi si celebra infatti l’apoteosi blucerchiata: la squadra di Vialli, Mancini, Pagliuca, Mannini, Capitan Pellegrini, solo per citare alcune fra le bandiere, senza dimenticare la mente in panchina, Mister Boskov e la sapiente regia finanziaria e non solo di patron Mantovani, dopo una cavalcata entusiasmante, vede finalmente all’orizzonte il sogno di una vita, lo scudetto.

Ospite, è il caso di dire, a Marassi è il Lecce: per i salentini si tratta dell’ultima opportunità per inseguire il sogno salvezza, obbligatorio almeno strappare un punto, sarebbe meglio la vittoria per  gli uomini di Boniek che stanno cercando disperatamente di agganciarsi all’ultimo appiglio.

Ma il pomeriggio splendido di sole sarà luminoso soltanto per la Sampdoria: il 3-0 netto con cui superano i giallorossi, già nella prima frazione di gioco, non ammette concessioni. Il secondo tempo sarà sola accademia, Genova torna a vincere lo scudetto ed i tanti ragazzi della banda blucerchiata potranno cucirsi su petto il prezioso tricolore.

IL TABELLINO DEL MATCH

 

33a giornata – Genova, 19 maggio 1991

Sampdoria-Lecce 3-0

Marcatori: 2′ Cerezo, 13′ Mannini M., 30′ Vialli

SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini, Katanec (Invernizzi), Pari, Vierchowod, Pellegrini, Lombardo, Cerezo (Mikhailicenko), Vialli, Branca, Dossena. In panchina: Nuciari, Lanna, Bonetti. Allenatore: Boskov.

LECCE: Zunico, Garzya (Morello), Carannante, Mazinho, Ferri, Amodio, Aleinjkov (Panero), A. Conte, Pasculli, Benedetti, Moriero. In panchina: Gatta, Monaco, G. Conte. Allenatore: Boniek.
Arbitro: Lanese di Messina.

NOTE: espulso A. Conte; ammonito Benedetti; spettatori: 39487.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.