Ruslan Nigmatullin: l’ex portiere diventato DJ

La Russia è sempre stata rinomata per avere dei buoni portieri, ma sicuramente nessuno che ha avuto una successiva occupazione così particolare come il protagonista di oggi: è Ruslan Nigmatullin.

Chi era? Un portiere russo degli anni ’90 e degli ultimi dieci anni.

Perché viene ricordato? Per la sua lunga carriera nel suo paese e per essere stato titolare nella nazionale del suo paese in 24 occasioni

Lo sai che? E’ l’unico portiere del Verona ad aver disputato un’edizione dei Mondiali.

Che cosa fa adesso? Si è ritirato nel 2009 con la maglia del Maccabi Ahi Nazareth, squadra israeliana. Dopo aver appeso le scarpette al chiodo, Nigmatullin attualmente lavora come deejay e conduttore TV. Inoltre, ha un’accademia dei portieri.

– È un musicista in carriera e suona la chitarra.

– Come deejay ha già lavorato in diversi paesi, fra cui Stati Uniti, in Israele, in Turchia e in vari paesi europei.

– Ha messo i dischi anche in occasione dell’inaugurazione del nuovo stadio Spartak di Mosca.

– È sposato e ha due figli.

– Quando ha lasciato il suo club nativo del Kamaz per passare allo Spartak Mosca, venne minacciato di morte.

– Nel 2006, in piena Calciopoli, finisce indagato per aver ceduto, sotto ricatto, a scegliere la GEA come agenzia di procuratori.

– Oltre alla sua accademia a Mosca, organizza un campus estivo in Turchia.

– Con la Russia ha giocato ai Mondiali del 2002 ed è stato il titolare nelle tre partite che hanno giocato la sua selezione nell’evento.

– Nel 2001 è stato eletto calciatore dell’anno in Russia.

– E’ alto 1,87 metri.

Biografia, palmares, statistiche: Ruslan Karimovich Nigmatullin è nato il 7 ottobre 1974 a Kazan, in Russia. Ha debuttato come professionista nel 1992 in una squadra chiamata KAMAZ. Nel 1994 è arrivato allo Spartak a Mosca, dove ha trascorso due stagioni. Successivamente vene ceduto al Lokomotiv, dove ha giocato per tre anni. Nel 2002 firma per il Verona, che lo cede al CSKA nel 2002 ed alla Salernitana nel 2003. Ritorna in patria al Lokomotiv nel 2004 e nel 2005 va al Terek Grozny. Nel 2008 firma per SKA Rostov e nel 2009 per Anzhi. Nello stesso anno ritorna al Lokomotiv ma poco dopo si trasferisce in Israele al Maccabi Ahi Nazareth, dove si è ritirato. Nel suo record ha tre titoli nazionali e due coppe russe. Con la Russia ha giocato 24 partite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.