Rodgers-Ramsey: cosa succede a sbagliare account Twitter

Ramsey ha segnato con l’Arsenal ed ha fato un’altra vittima illustre. Certo, non è imputabile all’attaccante dei Gunners la serie di coincidenze che hanno portato a ben 10 personaggi famosi deceduti dopo una sua rete. Ma sul web impazza #Ramsey in tutte le sue declinazioni come lista, list od elenco.

Ma il consiglio è di scegliere il giusto account di Ramsey, qualora ironicamente vogliate dedicargli un tweet. Solo pochi mesi fa infatti, a fare lo spese in un caso di omonimia fu un giocatore di baseball americano. Dopo il derby fra Liverpool ed Everton, finito in parità per 1-1, si concluse l’esperienza sulla panchina dei Reds per il manager Brendan Rodgers.

Ma mentre la dirigenza societaria si decise a chiamare ad Anfield Road niente di meno che Jurgen Klopp, a pagare gli allora scarsi risultati tecnici fu un omonimo Brendan Rodgers, interbase dei Colorado Rockies, compagine che disputa la MLB, il massimo campionato USA. Dopo aver ricevuto circa 13.000 (!) messaggi sul profilo Twitter da parte di accesi tifosi dello storico club inglese, il giocatore si è visto costretto a rendere pubblico il classico scambio di persona, twittando, “Io non sono il manager del Liverpool”, sicuramente infastidito dall’eccessiva pubblicità (non gradita) ricevuta in poche ore.

I due Rodgers a confronto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dodici − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.