Robert Guérin, la storia del primo presidente della Fifa

E’ stato un personaggio relativamente sconosciuto, se pensiamo al ruolo che ha avuto nella storia del calcio. Lui è Robert Guérin, il primo presidente della FIFA.

Nato con il nome di Clément Auguste Maurice Robert il 28 aprile 1876 a Reims, in Francia, suo padre era un produttore e commerciante di tessuti e, sebbene si sappia poco della sua giovinezza, si sa che entrò a far parte dell’Union Sportive Parisienne , una società polisportiva fondata nel 1896.

Non si distinse in nessuno sport, così finì per diventare il segretario della società tra il 1900 e il 1904. All’inizio del 1901 cambiò il suo cognome in Robert-Guérin , che sarebbe stato il nome con cui passò alla storia.

Riguardo alla nascita della FIFA, lui stesso lo spiegherà anni dopo:

Non era difficile prevedere nel 1903 che il calcio sarebbe diventato più popolare in tutto il mondo. Ho deciso di fondare la Federazione Internazionale delle Associazioni Calcio, con la collaborazione di ottimi amici. Sono rimasto piuttosto sorpreso che l’Inghilterra, dove il calcio trionfava, non abbia preso l’iniziativa. Pensavo che, di diritto, la presidenza appartenesse alla Federcalcio inglese.

Per questo motivo si era recato a Londra e propose alla FA di prendere l’iniziativa. Ma di fronte al silenzio degli inglesi, durato mesi, decise di andare avanti e il 21 maggio 1904 fondò la FIFA.

Sebbene non fosse molto convinto, si decise ad accettare il ruolo di presidente, cosa che non amava, e rimase in carica per due anni, finché non lasciò l’organizzazione nelle mani del britannico Daniel Woolfall.

Nel frattempo però, siccome non amava rimanere con le mani in mano, in qualità di presidente della sezione calcistica dell’USFSA, fu anche l’ allenatore della nazionale francese per le prime 12 partite dalla sua nascita, dal debutto del 1904 contro il Belgio fino ai disastrosi Giochi Olimpici di Londra del 1908.
​Il suo bilancio ebbe sonore sconfitte sconfitte, di 15-0 e 12-0 contro i dilettanti dell’Inghilterra, e infine l’umiliante schiacciante 17-1 della Danimarca alle Olimpiadi.

Nel 1908 lasciò l’amministrazione sportiva e iniziò a lavorare come giornalista sportivo presso il quotidiano Le Matin, scrivendo principalmente di calcio, ma anche per un’altra delle sue passioni: l’aviazione.

La chiusura del giornale nel 1944 lasciò Guérin in una brutta situazione finanziaria, fino a quando morì il 14 febbraio 1952 al 17 di rue Germain Pilon, Montmartre, Parigi, dopo una “lunga malattia” , secondo la stampa parigina. Aveva 75 anni.

Curiosamente, quando morì , la sua morte fu registrata con lo stesso nome di quando era nato: Clément Auguste Maurice Robert.

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.