Recensioni: Stelle di David

Quando si parla di una nazione, spesso si corre a vedere quanto sia sostanzioso il palmares per comprendere, anche per chi non mastica calcio quotidianamente, l’importanza che ha avuto nella storia mondiale del pallone. In realtà, sebbene importante come primo termine di paragone, il calcio permette di essere valutato anche con la lente dell’immaginazione e del talento, ovvero dell’influenza che alcuni personaggi battente bandiera di un piccolo Stato, per dimensioni, possa aver portato idee innovative e migliorato il gioco.

Questa è la storia di Israele, narrata nell’opera curata da Niccolò Mello, che ha voluto ripercorre le vicissitudini di un popolo che ha saputo lasciare un’interessantissima e fluida traccia nel calcio moderno grazie ai tanti personaggi apparsi sulla scena nelle diverse epoche.

Da Sindelar a Bican, espressione del genio ebraico sul terreno di gioco, passando ad Weisz e Erbstein, che dietro le quinte, in veste di allenatore (il primo) e dirigente (il secondo) furono in grado di scrivere le più belle pagine della storia di Bologna e Torino, sono davvero tanti i personaggi raccontati.

Per poi arrivare ad analizzare, in maniera più sofisticata, come il talento e la classe di Pelè, Mazzola, Eusebio, Liedholm, solo per citarne ora alcuni, siano stati indirettamente espressione del genio ebraico.

Qui per comprarlo e riceverlo a casa con Amazon

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stelle di David. Come il genio ebraico ha rivoluzionato il calcio Copertina flessibile
di Niccolò Mello (Autore)

Copertina flessibile: 272 pagine
Editore: Bradipolibri (15 aprile 2019)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8899146659

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.