Ralph Hay, la storia del padre della NFL

E’ stato un pioniere dello sport, per il fatto che, quando i soldi erano pochi e le idee tante, occorreva essere trascinatori per convincere le persone a creare qualcosa dal nulla. Senza dubbio, ora come ora, non poteva immaginare che decenni dopo la sua “invenzione” sarebbe stata la competizione sportiva a muovere più soldi al mondo. Stiamo parlando di Ralph Hay, il padre della NFL.



Ralph Edward Hay nasce il 12 gennaio 1891 a Canton, Ohio. Fin da giovanissimo inizia a lavorare nel settore della vendita di automobili, creando una propria azienda e, negli anni, diventando il principale imprenditore del settore in Ohio.

Fatto sta che nel 1918, quando aveva appena 27 anni, acquistò una squadra di football americano, i Canton Bulldogs, per promuovere le sue attività attraverso il suo sport preferito.

Anche se la squadra stava andando bene dal punto di vista sportivo, non era comunque folto il pubblico allo stadio e Hay, in questo caso, ci stava rimettendo parecchio del suo patrimonio. Per questo motivo Hay decise di creare una propria competizione, un’idea regalatagli dalla stella della sua squadra, il leggendario Jim Thorpe.

Venerdì 20 agosto 1920, Hay riunì a Canton i rappresentanti degli Akron Pros, dei Cleveland Tigers e dei Dayton Triangles, tutte squadre dell’Ohio, per formare l’American Professional Football Conference. Successivamente, un mese dopo, convocò i rappresentanti di squadre di altri stati per indire una riunione.

L’incontro ebbe luogo il 17 settembre 1920 e, poiché l’ufficio di Ralph Hay non era abbastanza grande, si tenne nell’autosalone dell’azienda del magnate. Alcuni partecipanti dovettero sedersi sui predellini delle auto.

Hanno partecipato rappresentanti degli Akron Pros, dei Canton Bulldogs, dei Cleveland Tigers e dei Dayton Triangles of Ohio; gli Hammond Pros e i Muncie Flyers dell’Indiana; i Rochester Jeffersons di New York; e i Rock Island Independents, i Decatur Staleys e i Racine Cardinals dell’Illinois. Nello stesso anno si unirono altre quattro franchigie: Buffalo All-Americans, Chicago Tigers, Columbus Panhandles e Detroit Heralds. La NFL era appena nata.

Curiosamente, anche se il primo presidente sembrava essere stato Ralph Hay, si decise che sarebbe stato Jim Thorpe, per approfittare della sua fama olimpica. I primi campioni furono gli Akron Pros.



Nonostante la nuova competizione e la vittoria del campionato del 1922, Hay continuò a perdere soldi con i suoi Bulldog, così nel 1923 fu costretto a cedere la squadra.

Ralph Hay rimase dedito alla sua attività automobilistica fino al 29 luglio 1944, nella sua città natale, quando ebbe un infarto che gli fu fatale. Aveva 53 anni.

Nel 1961, la NFL Hall of Fame fu fondata a Canton e oggi c’è una targa sul luogo del garage di Hay e dove è nata la competizione. Nel 1972 venne creato il Ralph Hay Pioneer Award, in onore di coloro che hanno apportato contributi innovativi nel corso della storia del calcio professionistico, e nel 1988, l’Associazione degli storici professionisti del football americano ha istituito il Ralph Hay Award, che viene assegnato per “i risultati di una vita”, nella ricerca e nella storiografia del football americano.



Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.