Quando nel 1909 la Coppa di Scozia non venne assegnata

Solitamente la lettura degli albi d’oro di qualsiasi manifestazione sportiva vede due interruzioni nel corso del secolo scorso, dovute ai due conflitti mondiali che segnarono la storia ed il corso dell’Europa e del Mondo. Poi, è normale tornare a leggere una sequenza di nomi.

Fa eccezione, curiosamente, la Coppa di Scozia, che nell’edizione 1909 vede uno spazio bianco a fianco dell’anno, non essendo stata assegnata.

Il motivo? La finalissima vedeva, come è solito nel calcio scozzese, affrontarsi nello storico derby dell’Old Firm Rangers e Celtic. Dopo la prima sfida, terminata in pareggio per 2-2, le due squadre scesero in campo il 17 aprile 1909.

Lo spareggio era stato “disturbato” nei giorni precedenti dalle proteste dei fans di entrambe le compagini che si lamentavano per l’aumento eccessivo dei prezzi dei biglietti per assicurarsi il massimo incasso possibile, generando così il malcontento.

Arrivò il giorno che doveva dirimere la sfida, che si sarebbe poi ripetuta per decine di volte nel corso della storia del calcio scozzese. I 90 minuti regolamentari videro il punteggio fissato sul 1-1. A malincuore, i giocatori delle due squadre lasciarono il campo, gli organizzatori infatti ribadirono che i supplementari si sarebbero  giocati soltanto dopo il terzo match concluso con un pareggio.

I tifosi, che assieparono in 60.000 gli spalti, non erano però d’accordo ed invasero il campo, infuriati. Per due ore e mezzo gli scontri tennero impegnata la polizia a cavalla che cercava invano, di riportare l’ordine. La tensione fu tale che vennero appiccati incendi in vari punti dello stadio, costringendo i vigili del fuoco ad intervenire mentre circa 50 poliziotti dovettero ricorrere alle cure mediche. 

La federazione decretò che il trofeo non sarebbe stato assegnato: le due squadre vennero “ricompensate” con 150 sterline ciascuno mentre per i danni subiti alle strutture, vennero stanziate 500 sterline.

E pensare che quella sera a Glasgow Charlie Chaplin era salito sul palco del Glasgow Hippodrome come attore della Fred Karno Comic Company. Ma qualcuno che era presente non ne parlò come di una recita all’altezza del personaggio che poi sarebbe diventato.

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.