Quando l’Inghilterra giocava in giallo

La maglietta di una squadra di calcio è molto più di un semplice oggetto: è un simbolo che rappresenta un’identità e che, come per l’anello al dito, testimonia la fede che si ha ed il legame che, a differenza di quello nuziale, sicuramente  non verrà mai rotto.

Così, per le nazionali di calcio, il tifoso medio è abituato ad identificare in maniera precisa ogni colore con un differente paese: il blu di Francia o Italia, il rosso di Spagna o Belgio, l’arancione dei Paesi Bassi, il bianco di Germania o Inghilterra, il giallo del Brasile o della Svezia. Dunque, quando alcuni di questi fattori si mescolano, possiamo avere risultati sorprendenti, tipo l’effetto che fece la nazionale più antica del mondo, insieme a quella della Scozia, vestita di giallo .

Accadde nel 1973. L’Inghilterra aveva fallito il tentativo di qualificarsi per il campionato europeo del 1972 e nella tarda primavera e dell’inizio dell’estate del 1973, intraprese un tour europeo. Umbro era l’azienda dedicata alla produzione delle divise della squadra, e tre anni prima avevano trionfato con il tessuto rivoluzionario con cui avevano realizzato le divise di gioco che l’Inghilterra indossava ai Mondiali in Messico 70, chiamato Aertex: per combattere il caldo, avevano creato un tessuto con piccoli buchi in modo che il sudore potesse evaporare in maniera più semplice ed immediata.

Bene, dopo quel tour europeo, Umbro decise di innovare e invece di una camicia rossa e pantaloni bianchi, la seconda casacca dell’Inghilterra fu costituita da una maglietta gialla, pantaloni blu e calze gialle.

Il motivo non fu mai chiaro. Apparentemente, sembrava un ricordo al successo del Brasile della Coppa del Mondo in Messico 70, ma oggi, anche in Inghilterra, non ci sono voci concordanti nel ritenere il motivo per cui Umbro e la federazione inglese abbiano scelto il giallo.

La maglia fu rilasciata prima del match amichevole contro Cecoslovacchia del 27 maggio 1973, in un’amichevole contro il Letna di Praga, con un risultato di 1-1. Pochi giorni dopo, venne usata di nuovo, questa volta in una qualificazione per la Coppa del Mondo in Germania a Chorzow contro la Polonia, con un brutto risultato per i Tre Leoni: sconfitta per 2-0. Otto giorni dopo ancora indossata, in un’altra amichevole a Torino contro l’Italia, con un risultato identico: 2-0 down. Avendo visto i cattivi risultati, non fu mai più usata, ad eccezione un match show tra Inghilterra e una squadra di giocatori americani, con una vittoria per 2-0 per gli anglosassoni.

Nell’aprile 2014 questa uniforme tornò agli onori della cronaca. Il Daily Mail scrisse che, di in occasione dei Mondiali in Brasile, l’Inghilterra avrebbe recuperato il giallo in omaggio alla squadra ospitante: tutto era, ovviamente, uno scherzo del primo di aprile.

Nel video, il confronto amichevole del giugno 1973, quando la FIGC volle festeggiare i suoi 75 anni di vita giocando contro l’Inghilterra, da sempre ritenuti i Maestri del calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.