PSG: l’inno di Phil Collins

E’ dal 1992 che la canzone “Who Said I Would” di Phil Collins accompagna l’ingresso dei giocatori del Paris Saint-Germain sul prato del Parco dei Principi sebbene diverse volte i dirigenti del club abbiano tentato di cambiarlo, a proprio rischio e pericolo.

Per quasi trent’anni, i giocatori del Paris Saint-Germain e i loro avversari al Parc des Princes hanno fatto il loro ingresso sulle note di ” Chi ha detto che l’avrei fatto ” di Phil Collins. Di recente la dirigenza del club ha ritenuto opportuno modificare la musica d’ingresso dei giocatori. Il caso ha suscitato scalpore al punto da eclissare le notizie sulla finestra di mercato del PSG, peraltro molto ricca con l’arrivo di Lionel Messi.

Fu nel 1985 che Phil Collins incise “ Who Said I Would ” che appare in “ No Jacket Required ”, il terzo album solista del frontman dei Genesis. Ma fu solo nel 1991 che il brano uscì come singolo, in versione live per la promozione dell’album “ Serious Hits… Live! “

1992: data fatidica

Il Parc des Princes sposò il pezzo nel 1992, quando il club era stato appena acquistato da Canal Plus. La sua introduzione incisiva e sfacciata accompagna i giocatori mentre entrano sul prato verde. Una risposta perfetta al “ Jump ” di Van Halen che imperversa dal 1986 al Vélodrome di Marsiglia. Da vero figlio del rock, Pierre Lescure, presidente del canale criptato e quindi boss del Paris Saint-Germain, è molto legato alla creazione di un ambiente sonoro in uno stadio.

All’inizio, era il pezzo di Michel Fugain ” Attention Mesdames et Messieurs ” che veniva suonato quando i giocatori entravano, ma non fece che suscitare ridolini di scherno.

“ Volevamo uscire dal calcio di papà. C’è stato un dibattito tra la musica latina con un cenno a Ricardo e Valdo e il rock progressivo più magniloquente, come Genesis o Simple Minds. Alla fine abbiamo scelto l’intro di Who Said I Would di Phil Collins perché era loop e le percussioni ricordavano il ritmo latino ” ricorda Gilles, ex conduttore del forum Auteuil sulle colonne de L’Équipe nel settembre 2021.

Phil Collins scompare nel 2015

Il titolo di Phil Collins sparì nel novembre 2015. Durante il PSG-Troyes il 28 novembre, i giocatori sono scesi in campo sulle note di ” Ô Ville Lumière “, titolo adattato dall’inno scozzese ” Flowers of Scotland ” che i tifosi parigini cantarono a lungo.

Molti sostenitori però rimpiansero il motivo di Phil Collins in quanto l’ingresso dei calciatori deve essere oggetto di musica ritmica, ricca di percussioni e ottoni se non di un riff inarrestabile. E poi “ Who Said I’d ” è già inscritto nell’inconscio dei tifosi del club che ricorda loro momenti indimenticabili come le partite di Champions League o i duelli contro l’Olympique de Marseille.

L’11 settembre 2021 il club della capitale ufficializza sulle colonne di Parisian la sostituzione di ” Who Said I Would ” con un titolo di DJ Snake, tifoso del club parigino. Il pezzo di Phil Collins è retrocesso in avvio di riscaldamento dei giocatori. Ma questo cambiamento provocò il malcontento dei sostenitori parigini, molto legati al pezzo storico. I vertici del club riconsidereranno finalmente la loro decisione. “Who Said I’d” è tornato allora giustamente al suo posto, suonato all’ingresso dei giocatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.