Perchè la maglia dell’Argentina è albiceleste

La storia completa della maglia dell’Argentina. Dal primo incontro internazionale del 1901 fino ai giorni nostri. La scelta dell’albiceleste. Il caso curioso della maglietta gialla.

Sono ben poche le maglie di squadre internazionali di calcio che possono dirsi di essere più conosciute dell’Argentina. Conosciamo più da vicino la storia e l’origine dell’albiceleste, la divisa indossata da campioni del calibro di Maradona, Di Stefano e Messi.

La prima partita internazionale dell’Argentina fu contro l’Uruguay, il 17 maggio 1901. Quel giorno, l’Argentina indossava un’uniforme totalmente bianca. L’anno seguente, il 20 luglio, di nuovo davanti allo stesso avversario, l’Argentina vestiva una maglietta totalmente azzurra, con pantaloni bianchi e calzini neri (quella volta fu l’Uruguay che indossava il total white). Da allora, il celestiale si alternava (in altre occasioni erano usate le camicie blu) con quello bianco, ma in composizioni intere, senza mescolare le tinte.

Sarà così fino al 1908, quando è stato adottato lo schema attuale, che è rimasto invariato da allora: divisa con strisce verticali bianche e blu chiaro.

Come ben saprete, la bandiera della Repubblica Argentina è composta da due bande celesti ed in mezzo una bianca. Ma è questa la ragione per cui l’Argentina veste albiceleste?

Questo è vero in parte, ma in realtà non esiste un testo dell’epoca che ratifichi tale spiegazione. In effetti, c’era una voce, basata su un testo giornalistico del 1913 , in cui si diceva che la maglietta argentina era ispirata a quella del Racing di Avellaneda (il club della provincia di Buenos Aires), che nel 1910 adottò tale disegno per la bandiera del Centenario della Repubblica. Tuttavia, come detto prima, le date non si sposano affatto: due anni prima che il Racing adottasse l’albiceleste, l’Argentina aveva già usato questa composizione.

Normalmente, la spiegazione più semplice è di solito quella vera, quindi è universalmente accettato che la maglia argentina sia il più classico degli omaggi alla bandiera*.

Per quanto riguarda i pantaloni, il “titolare” era sempre nero o grigio (anche se in modo alternativo è stato usato più volte bianco, mentre tra il 2013 e il 2017 il bianco è stata la prima opzione.) Gli attuali pantaloni ufficiali della prima divisa sono blu scuro.

Per quanto riguarda l’uniforme di riserva, detto anche più comunemente seconda maglia, il blu è quasi sempre stato il colore scelto, tranne negli anni ’50, quando veniva usato un modello giallo … ma questa è un’altra storia.

* Sarai curioso di sapere l’origine della bandiera argentina. Venne progettato da Manuel Belgrano nel 1812. Belgrano, uno dei padri dell’Argentina, fu ispirato dal rosone indossato dai sostenitori dell’indipendenza del paese, che a sua volta ha una sua origine (sebbene non sia del tutto chiaro): colori celesti e bianchi emergono dallo scudo di Buenos Aires, ovvero il cielo blu e bianco a cui unire l’argento del Rio de la Plata, il fiume principale della metropoli.

Palmares dell’Argentina

Mondiali di calcio: 2 vittorie, 1978 e 1986

Coppa America: 14 vittorie, 1921, 1925, 1927, 1929, 1937, 1941, 1945, 1946, 1947, 1955, 1957, 1959, 1991, 1993

Confederations Cup: 1 vittoria, 1992

Olimpiadi: 1 vittoria, 2008

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.