Neville Chamberlain: merito suo se esiste lo snooker

Anche se è uno sport raramente praticato in Italia, dove amiamo il biliardo a 5 palle, sicuramente avrai visto prima o poi una partita di snooker, quel tipo di gioco così popolare nel Regno Unito e nei paesi della sua influenza, in cui spicca, tra gli altri, il grande Ronnie O’Sullivan. Interrogandomi sulle origini di questo sport, mi sono imbattuto nel personaggio di oggi: Neville Chamberlain.

Neville Francis Fitzgerald Chamberlain (da non confondere con Neville Chamberlain che fu primo ministro britannico tra il 1937 e il 1940) nacque il 13 gennaio 1856 a Birmingham. Addestrato all’Accademia militare di Sandhurst , Chamberlain venne inviato in India.

Di stanza a Jabalpur, nel 1875, e nella mensa degli ufficiali dell’11° reggimento del Devonshire, Neville Chamberlain inventò il gioco dello snooker .

Ecco come l’ Oxford Dictionary of National Biography raccontò la storia :

Mentre prestava servizio a Jubbulpore nel 1875, Chamberlain sviluppò una nuova variante del biliardo nero introducendo palline colorate nel gioco. Lo soprannominarono snooker, un soprannome dispregiativo dato ai cadetti del primo anno che studiavano alla Royal Military Academy, Woolwich, e di cui Chamberlain aveva sentito parlare da un giovane subalterno della Royal Artillery che era in visita alla sala da pranzo.

Chamberlain ha poi risposto a un altro giocatore che non era riuscito a imbucare una palla di colore: ‘Wow, sei uno snooker . Spiegando il termine ai suoi colleghi ufficiali, Chamberlain, per compiacere l’ufficiale in questione, commentò che erano tutti snooker e il nome gli rimase subito impresso, conclude il testo.

Il 19 marzo 1938, Chamberlain pubblicò una lettera su The Field in cui affermava di aver inventato il gioco del biliardo a Jabalpur nel 1875. La sua affermazione fu supportata dall’autore Compton Mackenzie in una lettera a The Billiard Player nel 1939, e venne accettata dagli attuali organi che gestiscono il gioco come la International Billiards and Snooker Federation.

Quanto a lui, dopo aver prestato servizio nella seconda guerra anglo-afghana, dove venne ferito, Chamberlain fu in Sud Africa e partecipò alla seconda guerra boera. Nel 1900 fu inviato nelle isole come ispettore generale del RIC (Royal Irish Constabulary), il corpo di polizia di quella che allora era ancora l’Irlanda britannica.

Lasciò l’incarico nel 1916 e si stabilì ad Ascot, dove morì di miocardite il 28 maggio 1944, all’età di 88 anni.

 

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.