Mondiali 1962: Brasile-Cecoslovacchia, tabellino, formazioni, video

Lo definirono il Mondiale di calcio più violento della storia l’edizione cilena del 1962 quando gli Azzurri si scontrarono duramente contro il football violento dei sudamericani, tanto che il match con i padroni di casa finì con un 2-0 che non fece tanto male quanto le botte subite ed approvate dal direttore di gara, l’inglese Aston. 

Di calcio bello se ne vide grazie a Brasile, forte del titolo preso in Svezia 4 anni prima e di un trio delle meraviglie Didì-Vavà-Pelè, anche se il numero 10 verdeoro finì ben presto il suo campionato e sostituito dal talento di Amarildo che avremmo poi apprezzato per un decennio in Italia con le maglie di Milan, Fiorentina e Roma.

La Cecoslovacchia continuò invece la tradizione del calcio dell’Est, basato su atletismo e schemi pratici e definiti, sebbene la parte orientale dell’Europa non riuscirà mai ad alzare al cielo una coppa del mondo.

Mondiali 1962 Brasile-Cecoslovacchia: tabellino

17-6-1962, Santiago
(Stadio Hardturm)
Brasile-Cecoslovacchia 3-1
Reti: 15’ Masopust, 17’ Amarildo, 68’ Zito, 77’ Vavá
Brasile: Gilmar, D. Santos, N. Santos, Zito, Mauro, Zozimo, Garrincha, Didí, Vavá, Amarildo, Zagallo
Cecoslovacchia: Schroiff, Tichy, Novak, Pluskal, Popluhar, Masopust, Pospichal, Scherer, Kvasnak, Kadraba, Jelinek
Arbitro: Latishev (URSS)

Mondiali 1962 Brasile-Cecoslovacchia: video

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.