Mondiale 2010: il facile girone dell’Inghilterra secondo The Sun

Il 5 Dicembre 2009, il popolare quotidiano inglese The Sun celebrava in maniera entusiasta il sorteggio del girone eliminatorio dei Mondiali 2010 in Sudafrica. Secondo il giornale, per l’Inghilterra sarebbe stata poco più una passeggiata ed il Ct Fabio Capello non doveva temere nulla.

Per esaltare i tanti tifosi della nazionale dei Tre Leoni, titolò in prima pagina con la parola “EASY”, utilizzando lo stratagemma linguistico grazie alle prime lettere delle quattro squadre, cioè E (England, Inghilterra), A (Algeria), S (Slovenia) ed Y (Yanks ovvero gli USA dalla parola Yankees).

Ad aggiungere enfasi, e traducendo la parola gruppo in band, lo definì”the best English group since the Beatles,” ovvero il miglior gruppo dall’epoca dei Beatles. Anche diversi commentatori non mancarono di sottolineare la (presunta) facilità del sorteggio. Anche l’ex stella del calcio Jack Charlton  non mancò di evidenziare “probabilmente il girone più facile della Coppa del Mondo in Sudafrica”.

Poi però è il campo a parlare…..e le cose furono un pò più complicate. I primi due matches terminarono in parità contro gli USA e l’Algeria. L’ultima sfida, contro la Slovenia capoclassifica con 5 punti, andava assolutamente vinta per non rischiare un’ingloriosa eliminazione.

Ad aggiungere difficoltà, anche il fatto che gli States sopravanzavano per maggior numero di goals gli inglesi e dunque il match era senza appello. il 23 giugno, sul terreno del  Nelson Mandela Bay Stadium di Porth Elizabeth, fu Defoe a sbloccare il risultato al 23° del primo tempo. Vittoria serviva e vittoria fu. Purtroppo, per somma sfortuna, gli americani vinsero contro l’Algeria in pieno recupero, sopravanzandoli in classifica.

Per l’Inghilterra il cammino fu brevissimo: negli ottavi di finale si schiantarono contro il muro della Germania, venendo travolti per 4-1. Tuttavia il match fu macchiato dall’errore del guardalinee Espinosa che non vide il goal del possibile 2-2, siglato da Lampard dopo che il pallone sbattè contro la traversa e ricadde all’interno della porta teutonica.

Anche gli americani finirono ben presto l’avventura mondiale, sconfitti per 2-1 dal Ghana dopo i tempi supplementari.

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.