Mmabatho Stadium: lo stadio con le tribune volanti

E’ un impianto poco conosciuto, molto poco conosciuto, ma la sua particolare architettura lo rende degno di essere narrato. Siamo in Sud Africa per parlare dello stadio Mmabatho.

Lo stadio, con una pista da atletica e una capienza di quasi 60.000 spettatori, è stato progettato da uno studio di architettura sovietico nel 1981. L’incarico venne commissionato dal governo del Bofutatswana nell’era dell’apartheid. Il Bofutatswana era uno dei Bantustan o territori semi-indipendenti che il governo del Sud Africa aveva creato negli anni ’70 come riserva per i cittadini non bianchi. Il Bofutatswana si trova nel nord del paese e la città di Mmabatho era la capitale. Quando l’apartheid finì nel 1994, il Bofutatswana cessò di esistere e divenne un’altra provincia del Sud Africa (il Nord Ovest). Mmabatho si fuse con un’altra città, Mafikeng, che è diventata la capitale della provincia.

Lo stadio era originariamente chiamato “Independence Stadium”, poiché il Sudafrica aveva concesso l’indipendenza al Bofutatswana pochi anni dopo (non riconosciuto a livello internazionale). Nei suoi primi anni, ospitò una lega locale. Poi nel 1999 tenne a battesimo un torneo chiamato Vodacom African Challenge, ma non ha mai avuto un uso intendo. In effetti, oggi rimane più una curiosità per gli studenti di architettura che come uno stadio di calcio. Ospita altri tipi di eventi (musicali, culturali, ecc.) Ma non perde un briciolo del suo strano fascino.

Mmabatho Stadium: dati principali

Nome ufficiale: Mmabatho Stadium.

Ubicazione: Mafikeng, South Africa.

Capienza: 59.000 spettatori.

Anno di inaugurazione: 1981.

Note particolari: Stiamo parlando dello stadio più strano del pianeta. La sua caratteristica principale è l’esistenza di una serie di tribune sospese sui quattro lati del rombo che formano le tribune. Gli sfondi sono triangolari e tutta questa strana configurazione lo rende davvero particolare e curioso, spesso ricercato dagli amanti degli stadi particolari di tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

15 + 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.