Ledley King: la bandiera del Tottenham

Parlare di un tema classico della Premier League è il legame che un calciatore può avere con la stessa squadra per anni, uno di quei sempre più rari esempi di one club man. È Ledley King.

Chi era? Un difensore centrale inglese degli anni 2000.

Perché viene ricordato? Per essere stato il capitano del Tottenham e aver giocato con la nazionale per il suo paese.

Cosa fa adesso? Si è ritirato nel 2012 al Tottenham. Rimane legato al club come suo ambasciatore.

Leggi anche  Bobby Buckle: il giovane fondatore del Tottenham Hotspurs


Lo sapevi che?: È di origine antiguana.

È entrato nelle giovanili del Tottenham all’età di 16 anni.

– I suoi continui infortuni cronici al ginocchio hanno costretto il suo ritiro.

– Il suo infortunio non ha avuto cura o trattamento, quindi c’è stato un momento in cui King non si è allenato con i suoi compagni di squadra durante la settimana, ma ha lavorato da solo con esercizi specifici. Nonostante questo, era il titolare indiscusso quando arrivava il tanto atteso match del weekend

– È l’ultimo capitano del Tottenham ad alzare un trofeo (la Coppa di Lega 2008).

– Con l’Inghilterra ha giocato l’Europeo 2004 e il Mondiale 2010.

Durante il periodo di Mourinho come manager degli Spurs, King era uno dei suoi assistenti.

– Nel 2009 è stato arrestato per aver iniziato una rissa in un pub di Soho.

– C’è un gruppo pop londinese chiamato Ledley and the Kings (i loro membri sono fan degli Spurs).

– È alto 1,88 metri.

Biografia, palmares, statistiche: Ledley Brenton King è nato il 12 ottobre 1980 a Bow, nel Regno Unito. Ha esordito tra i professionisti nel 1999 e si è ritirato nel 2012, sempre al Tottenham. Nel suo palmares ha una Coppa di Lega. Con l’Inghilterra ha giocato 21 partite e segnato 2 gol.

 

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.