La peggior sconfitta in FA Cup per un club di Premier League

Qual’è stata la peggiore sconfitta subita da un club di massima serie inglese nei confronti di una compagine di livello inferiore in FA Cup? Una fra le più celebri fu il pesante rovescio inflitto dallo Scunthorpe United (2nd Div), un netto 6-2 al Blackpool (1st Div) nel terzo turno della competizione nel 1961.

Ma la sestina beccata dallo Scunthorpe non è stato il peggior inferno che un clun della massima serie inglese abbia mai dovuto sopportare in quel torneo magico che risponde al nome della Coppa d’Inghilterra e che, nonostante la Premier League sia ormai il campionato più ricco al mondo, riveste ancora un notevole fascino.

Nel gennaio 1922, quasi un secolo fa ormai, i Blues dell’Everton beccarono pesante sul proprio terreno dai londinesi del Crystal Palace, un deciso 6-0 con i Toffies che allora erano al più alto livello rispetto agli ospiti, a quell’epoca nel torneo cadetto.

A Goodison Park, la gragnuola di reti iniziò ben presto, fin dalle prima battute di gioco con la sequenza aperta da John Whibley (4), Bertie Menlove (22, 68), Alan Wood (69) and Jack Connor (67, 85), con quella particolare tripletta che in tre minuti nella seconda frazione di gioco chiusero ogni possibile tentativo di rimonta.

Sulla panchina del Crystal Palace sedeva Edmund Goodman, il manager che vanta tuttora la più lunga permanenza nella storia del club come tecnico, la cui carriera da giocatore si era dovuta interrompere a causa di un serio infortunio che gli costò l’amputazione di una gamba.

La coincidenza volle che le due compagini tornarono ad affrontarsi qualche anno dopo in Coppa, esattamente nel gennaio 1931 ed in quell’occasione l’Everton si prese piena rivincita, restituendo il 6-0.

Tanto per chiudere il discorso, nel febbraio 1906 il Southampton, a quel tempo una squadra di basso livello, tanto che militava in Southern League, surclassò con un perentorio 6-1 il  Middlesbrough, allora in First Division, in un match valido per il terzo turno della coppa nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.