La pagella del week end: 22 settembre 2019

Fare due goals in una squadra come il Napoli e non sentirsi vecchio, dopo essere stato acquistato ( a parametro zero) e non essersi praticamente mai allenato con un club. Questo il destino di Fernando Llorente, che in Italia aveva già lasciato traccia, arrivato anche quella volta a costo zero in maglia Juventus da un club che fa della fede il suo punto fermo, ovviamente parliamo dell’Atletico Bilbao.

Cambia la partita a Lecce, seppure travolto per 4-1 e completa la settimana perfetta dopo il goal del definitivo 2-0 contro il Liverpool in Champions League.

Sebastian Vettel: vincere per non deludere più, questo sembrava l’obbiettivo del tedesco dopo che in due occasioni il suo giovane compagno di squadra, il francese Leclerc, gli fa pensare che la pensione (dorata peraltro) sia più vicina di quanto creda. Non vedere sbandierare la bandiera a scacchi per primo, come per un bomber non veder per mesi la linea bianca della porta, non è per nulla semplice.

Ecco allora che il morso del leone deve sempre far male, a costo di ottenere la vittoria anche in maniera forzata. Il Mondiale ed Hamilton sono lontani ormai, ma almeno smuovere il numero zero dalla casellina delle vittorie in stagione è stato fatto.

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.