La curiosa vittoria di Ghirotto al Tour de France per errore di percorso

Anche alla Grande Boucle possono sbagliare; se lo sgonfiamento improvviso dell’arco dell’ultimo chilometro al Tour de France 2016, con l’inglese Adam Yates della Orica sfortunato protagonista che venne travolto, oltre ad una motocicletta che lo seguiva, mentre si trovava solitario davanti a tutto il gruppo, nel tentativo di guadagnare qualche secondo in classifica, i colori italiani possono vantare una vittoria nella corsa francese grazie ad un errata segnalazione che indussi i due compagni di fuga di Massimo Ghirotto a deviare dal tracciato previsto, poco prima dell’arrivo.

Il ciclista italiano, prezioso passista per tanti suoi capitani, a cavallo degli Anni Ottanta-Novanta, riuscì infatti a trionfare nell’edizione del 1988, esattamente il 17 luglio, quando nella 14° tappa, la Blagnac-Guzet Neige, dopo 100 chilometri di fuga, lo scozzese Millar, seguito dal francese Bouvatier, infila clamorosamente una strada secondaria, proprio a pochi metri dal traguardo ed il corridore della Carrera, approfitta per alzare le braccia al cielo. Riuscirà a vincere ancora in Francia nel 1990, quando la corsa a tappe sconfinò in Svizzera concludendosi a Ginevra.

Riviviamo, con il commento di Beppe Conti, gli ultimi istanti di una vittoria clamorosa nella corsa a tappe più importante del mondo.

One thought on “La curiosa vittoria di Ghirotto al Tour de France per errore di percorso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.