Juventus: come nasce il club omonimo in Brasile

Nel 1924, alcuni lavoratori del cotonificio Rodolfo Crespi, situato a San Paolo del Brasile, formarono la loro squadra di calcio, chiamandola ‘Extra São Paulo’. Il Conte Rodolfo Crespi, originario di Busto Arsizio (VA), fu il primo presidente nonché finanziatore del club.

Venne cambiato il nome in ‘Cotonifício Rodolfo Crespi Futebol Clube’ nel 1925. Cinque anni dopo, la squadra cambiò nuovamente definizione, adottando Clube Atlético Juventus. Il nome venne scelto in quanto Crespi era un tifoso dei bianconeri; il colore sociale scelto, ironia della sorte, fu il granata, in omaggio ai rivali cittadini del Torino, la squadra amata dal figlio del patron Adriano.

A differenza della Juventus italiana, che ha riscosso numerosi successi nel corso della storia, i “cugini” brasiliani sono ancora in caccia di una vittoria importante. Attualmente militano nel campionato cadetto dello Stato di San Paolo. I giocatori vengono chiamati “moleques travessos“, i ragazzi terribili, dopo una vittoria per 2-1 contro i rivali del Corinthians avvenuta agli inizi della storia del club.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.