John Wisden: il fondatore del più antico giornale sportivo del mondo

Potrebbe essere indicato come il pioniere della polemica sportiva, sebbene sia un personaggio dell’era vittoriana, più che essere stato anche un atleta ma viene ricordato maggiormente per la sua eredità successiva che per le sue prestazioni in campo. È John Wisden.

John Wisden nacque il 5 settembre 1826 a Brighton, in Inghilterra. Da giovane si trasferì a Londra, dove iniziò a giocare a cricket assieme a Tom Box, uno dei giocatori più in vista dell’epoca. All’età di 18 anni esordisce con la squadra del Sussex, rimanendo per quasi due decenni. Nel 1859 partecipò a una tournée in Nord America organizzata da George Parr. Giocò anche con la squadra del Middlesex lasciando il cricket nel 1863 a causa di reumatismi.

Prima del suo ritiro nel 1855, aveva aperto una tabaccheria a Haymarket, Londra. Fu anche insegnante di cricket presso il prestigioso Harrow College e aprì un pub (chiamato The Cricketers) nella città di Duncton. Ma ciò per cui John Wisden divenne famoso fu la creazione, nel 1864, del Wisden Cricketers’ Almanack, un annuario dedicato al cricket e che è la più antica pubblicazione sportiva al mondo che continua ad essere pubblicata, ininterrottamente, dal momento della sua fondazione.



L’annuario, conosciuto semplicemente come Wisden , oltre a raccogliere l’identità del miglior giocatore dell’anno, riassume in modo esaustivo tutto ciò che è accaduto durante la stagione, sia nel Regno Unito che nel resto del mondo, informazioni sui regolamenti dello sport, recensioni di libri sul cricket e, naturalmente, un almanacco o un calendario con i principali appuntamenti della stagione successiva.

Il Wisden , la cui copertina è tradizionalmente gialla, è un libro molto spesso, con fino a 1.500 pagine, e molti fan lo collezionano. Le copie pubblicate durante le guerre mondiali e quelle del XIX secolo sono molto apprezzate e possono raggiungere prezzi molto alti nelle aste. Il nuovo almanacco costa circa 60 euro.

Prima del colore attuale, arrivato con la 75a edizione nel 1938, le copertine variavano tra il giallo, il buff e il rosa salmone.

L’almanacco ha avuto solo 17 direttori durante i suoi 157 anni di vita, oltre ad avere attualmente anche un sito web .

Sono cambiati più volte i proprietari ed editori della rivista. Wisden venne infatti acquisita e pubblicata dal conglomerato editoriale di Robert Maxwell, Macdonald, negli anni ’70. Successivamente John Paul Getty, Jr. , ha acquistato la società, John Wisden & Co., nel 1993 per poi venderla nel dicembre 2008 a A&C Black, di proprietà di Bloomsbury 

Quanto a John Wisden, morì il 5 aprile 1884 a Londra, di cancro. Aveva 57 anni. È sepolto nel cimitero di Brompton, nel centro di Londra . Nel 1984, nel centenario della sua morte, sulla sua tomba fu posta una lapide dove si ricorda la sua eredità di fondatore dell’almanacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.