John Carew, l’ex calciatore che si è dato al cinema

Ve lo ricordate John Carew? Beh ha finito di abbattere (fisicamente) difensori e sfondare le reti, come faceva quando segnava uno dei suoi goal di potenza. Smessi i panni di calciatore, il norvegese si è dedicato al cinema!

Infatti, dopo aver chiuso il contratto con il West Ham a soli 33 anni nel 2013, sta intraprendendo la carriera da attore e già nello stesso, uscì la prima pellicola che lo vedeva cimentarsi davanti alla cinepresa. L’opera prima  fu un action-thriller movie “Dead of Winter” del regista Robert Rice l’anno seguente, in ottobre, uscì nelle sale il film norvegese Høvdinger di Irasj Asantis in cui Carew, recitando in inglese, interpreta un uomo rude e problematico, invischiato in una storia intrigante e ricca di tensione che gli cambierà la vita.

L’ex centravanti norvegese, noto con il soprannome di Gulliver, terminò la carriera posizionandosi al 106º posto nella classifica degli attaccanti più prolifici del XXI secolo secondo l’IFFHS, ebbe un breve passaggio nella Roma (2003-2004, 29 presenze e 8 gol in stagione) ed un palmares interessante, 2 Coppe di Norvegia, un Campionato norvegese, una Liga con il Valencia 2001-2002, due Supercoppe di Francia ed una Ligue 1, con l’Olympique Lione, nel 2006.

Intervistato durante le prime riprese, il solido bomber disse: “Non posso dire molto sulla trama perché il progetto è ancora lungo. Ad ogni modo le cose, a quanto pare, stanno andando bene, e mi dicono che ho la stoffa da attore”. Tuttavia non voleva lasciare nulla d’intentato ed a proposito del calcio disse che ci avrebbe tenuto ad indossare in futuro la maglia dell’Aston Villa “la squadra alla quale sono rimasto più legato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.