Igor Simutenkov: il russo che soffrì l’Occidente

Oggi ci dedichiamo alle difficoltà di integrazione di un calciatore che, seppure europeo, arrivava, in quell’epoca, da un mondo ancora lontano: il russo Igor Simutenkov, passato anche in Italia.

Chi era? Un attaccante russo degli anni ’90 e 2000.

Perché è ricordato? Per essere stato nella nazionale del suo paese e per il suo tempo trascorso con squadre italiane come Reggiana e Bologna e con il Tenerife.

Cosa fa ora? Si è ritirato nel 2006 nelle file di Dunamo Voronezh nel suo paese. Attualmente è assistente allenatore dello Zenit San Pietroburgo.

Lo sapevi che? Si è distinto all’inizio della carriera nelle file della Dinamo Mosca.

– Nel 1994 è stato capocannoniere del campionato russo e miglior giocatore russo dell’anno.

– Con quelle credenziali arrivò alla Reggiana alla fine di quella stagione.

– Quando è arrivato alla Reggiana, la squadra era in serie A ma retrocedette al termine del campionato. Risaliva al successivo per ridiscendere. In totale, Simutenkov ha trascorso due anni in Serie A e due in Serie B.

– Il suo ultimo anno in Italia è stato al Bologna, sempre in Serie A.

– Il suo ruolino complessivo italiano recita 97 presenze e 20 goal con la Reggiana mentre con il Bologna furono 3 le reti in 14 apparizioni.

– Le sue due stagioni a Tenerife, entrambe con il club in seconda divisione, furono mediocri: ha segnato solo quattro gol in campionato tra loro.

Era con la sua selezione negli Europei del 1996.

– Prima della sua attuale posizione di assistente allo Zenit, è stato assistente in nazionale russa.

– Ha giocato nelle ultime due stagioni del campionato dell’Unione Sovietica.

– Misura 1,74 metri.

Biografia, record, statistiche: Igor Vitalyevich Simutenkov è nato a Mosca il 3 aprile 1973. Ha fatto il suo debutto professionale nel 1990 alla Dinamo Mosca. Nel 1994 è finito alla Reggiana, dove ha trascorso quattro anni. Poi ha giocato un anno al Bologna e nel 2000 ha firmato per il Tenerife, dove ha trascorso due stagioni. In seguito emigrò negli Stati Uniti, dove giocò due anni per i Kansas City Wizards. Nel 2005 ha avuto un breve periodo al Rubin Kazan e nel 2006 è arrivato alla Dynamo Voronezh, dove si è ritirato. Con la squadra russa ha giocato 20 partite e segnato 9 gol.

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.