Gabriel Heinze: El Gringo d’Argentina

Parleremo oggi di uno di quegli argentini che si sono adattati perfettamente al calcio europeo ed hanno portato con onore anche la maglia dell’albiceleste. È Gabriel Heinze.

Chi era? Un difensore argentino dalla metà degli anni ’90 e che ha concluso la carriera nella prima metò del secondo decennio degli Anni Duemila.

Perché viene ricordato? Per il suo tempo trascorso vestendo la maglia di squadre del calibro di PSG, Manchester United o Real Madrid, tra gli altri, e per essere stato un pilastro della nazionale del suo paese.

Che cosa fa adesso? Si è ritirato nel 2014 tra le fila del Newell’s Old Boys a Rosario. Poco dopo aver appeso le scarpette al chiodo, ha iniziato la carriera come allenatore e, fino all’inizio della primavera 2020, era l’allenatore di Vélez Sarsfield.

Lo sapevi che?: Suo padre è un tedesco del Volga (una minoranza tedesca situata in Russia) e sua madre è italiana.

– Grazie alle sue origini, ha il passaporto tedesco e italiano.

– È arrivato in Europa grazie al Real Valladolid, che ha portato all’età di 19 anni, ma lo ha trasferito allo Sporting Lisbona prima di farlo debuttare in Liga.

Leggi anche  Cinque persone: il record negativo di spettatori in Argentina


– Il suo buon lavoro in Spagna gli è valso la fama internazionale e la firma per il PSG.

– Nel suo periodo al Manchester United è diventato capitano della squadra.

– Il Real Madrid ha pagato 12 milioni di euro per i suoi servizi.

– In Argentina è noto con il soprannome di “Gringo”.

– Con l’Argentina ha giocato due Coppe d’America (2004 e 2007), due Coppe del mondo (2006 e 2010) e una Confederations Cup (2005).



– Ha vinto l’oro con la squadra olimpica argentina ad Atene 2004.

– E’ alto 1,78 metri.

Biografia, palmares, statistiche: Gabriel Iván Heinze è nato il 19 aprile 1978 a Crespo, in Argentina. Ha debuttato come professionista al Newell’s Old Boys nel 1996. Nel 1997 è stato acquistato dal Real Valladolid, che nel 1998 lo ha trasferito allo Sporting Lisbona. Nel 2001 è passato al Paris Saint-Germain e tre stagioni dopo è andato al Manchester United. Ha trascorso altri tre anni in Inghilterra fino a raggiungere il Real Madrid, dove ha trascorso due stagioni. Nel 2009 ha firmato per l’Olympique de Marseille e due anni dopo è andato alla Roma. Nel 2012 è tornato in patria al Newell per ritirarsi nel 2014. Nel suo record ha una Premier con lo United, una Liga e una Supercoppa spagnola con Real Madrid e una Ligue 1 francese e due Coppe con Marsiglia. Con l’Argentina ha giocato 72 partite e ha segnato 3 goal.

Vi lascio con un video dedicato a Heinze:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.