Guinness Sei Nazioni 2022, la campagna FIR celebra Sergio Parisse: già oltre 30.000 biglietti staccati

LA CAMPAGNA GUINNESS SEI NAZIONI ’22 CELEBRA SERGIO PARISSE

OLTRE 30.000 BIGLIETTI STACCATI PER LE GARE INTERNE CON INGHILTERRA E SCOZIA
OLIMPICO, GIA’ SOLD-OUT PER IL 13 FEBBRAIO MONTE MARIO TOP E TRIBUNA TEVERE TOP

Due mesi esatti separano il ritorno del Guinness Sei Nazioni, nuovamente aperto al pubblico dopo le porte chiuse del 2021, allo Stadio Olimpico di Roma.
Domenica 13 febbraio, nel secondo turno del Torneo, gli Azzurri di Kieran Crowley ospiteranno l’Inghilterra, ripartendo simbolicamente dall’incontro che avrebbe dovuto disputarsi in un Olimpico esaurito in ogni ordine di posto alla vigilia della primavera 2020 e fermato poi dagli stravolgimenti che hanno caratterizzato l’ultimo biennio.  

Come per ogni edizione disputata negli anni pari, l’Italia giocherà due incontri interni del Torneo, tornando a Roma un mese più tardi, sabato 12 marzo nel quarto turno, per la grande classica contro la Scozia. 

In vendita dal 24 novembre su sport.TicketOne.it, i biglietti per le gare dell’Italrugby a Roma contro il XV della Rosa e gli Highlanders hanno già superato la soglia dei trentamila biglietti staccati sui circa centomila disponibili, prima ancora dell’avvio della campagna di comunicazione istituzionale che, da oggi e in via crescente nelle settimane a venire, vestirà non solo i principali touchpoint federali ma andrà a caratterizzare gradualmente la città di Roma, e non solo. 

Sviluppata dalla FIR in collaborazione con l’agenzia Irida Produzioni, la campagna punta i riflettori sui due cardini dell’appuntamento, il Torneo stesso e lo Stadio Olimpico, a dare la cifra del prestigio e della caratura internazionale dell’evento.  

Il visual mostra le squadre coinvolte nei due match dell’Olimpico, in una declinazione visiva che tende ad esaltare la spettacolarità ed il prestigio del più antico Torneo al mondo, insieme ad alcuni tra i suoi più importanti protagonisti.

Rispetto alle passate campagne, la creatività si arricchisce della presenza delle squadre avversarie e dei loro atleti più rappresentativi, promettendo spettacolo e intrattenimento ma anche trasmettendo il senso della sfida che attende gli Azzurri, chiamati a confrontarsi con quanto di meglio il rugby internazionale possa oggi offrire.

Insieme a Danilo Fischetti e Paolo Garbisi, due dei giovani messisi in evidenza nelle ultime due stagioni con la maglia della Nazionale, fa il proprio ritorno in una campagna FIR Sergio Parisse, indimenticabile protagonista di oltre centoquaranta battaglie internazionali, pronto a mettersi ancora una volta – l’ultima – al servizio del rugby italiano: una ragione in più per seguire da vicino la Nazionale nelle sue due uscite romane, radunando ancora una volta la grande famiglia del rugby italiano per un tributo collettivo a uno dei suoi più illustri rappresentanti.

A fare da cornice allo straordinario quadro agonistico offerto dal Torneo, lo Stadio Olimpico che, come un vaso, contiene il nostro fiore all’occhiello, il Sei Nazioni, un valore per l’intero sistema rugbistico italiano.

Fonte: comunicato stampa

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.