Gilbert Arenas: l’uomo che amava le pistole

Gilbert Arenas è uno dei giocatori americani che ha solcato i profondi mari della NBA lasciando numerosi aneddoti alle sue spalle. Vediamo di conoscerlo meglio.

Chi era? Un playmaker americano dell’ultimo decennio e dei primi anni del decennio iniziato nel 2010.

Perché viene ricordato? Per essere la grande stella dei Wizards dell’ultimo decennio e per essere stato chiamato tre volte all’All Star Game.

Che cosa fa adesso nella vita? Si è ritirato nel 2013 con la maglia dello Shanghai Sharks in Cina. Oggi è youtuber (in realtà ha un proprio spazio su YouTube canale Complex) ed è anche molto attivo nello sviluppare podcasters , cioè, ha un proprio sito a tal proposito.

Sai una cosa? Suo padre è cubano.

– Sebbene sia nato in Florida, è cresciuto in California.

– È stato eletto al secondo turno del draft del 2001, quello di Pau Gasol.

– Era noto come “Agente Zero”, sia per il numero che indossava che per la sua specialità nel segnare canestri decisivi dall’angolo.

Leggi anche  Albo d'oro NBA basket USA

– Uno degli episodi più oscuri della carriera di Arenas è stato quando a Natale 2009 si scoprì che il giocatore aveva un’arma (sebbene fosse scarica) nel suo spogliatoio, infrangendo non solo una legge della NBA, ma una legge statale del distretto di Columbia. Inoltre, si è saputo che lui e il suo partner Javaris Crittenton avevano puntato le pistole negli spogliatoi per una discussione sulle scommesse.

– Fu sospeso per il resto della stagione e condannato a tempo indeterminato, condanna poi ridotta fino al termine di quella stagione.

– È un fan dei videogiochi.

– Adidas ha creato fuori alcune scarpe da ginnastica con il suo nome.

– Nella sua carriera ha tenuto una media 11,4 punti, 2,1 rimbalzi e 2,9 assist.

– e’ alto 1,93 metri.

Biografia, palmares, statistiche: Gilbert Jay Arenas Jr è nato il 6 gennaio 1982 a Tampa, in Florida. Ha debuttato come professionista nel 2001 nei Golden State Warriors. Tra il 2003 e il 2010 ha giocato nei Washington Wizards. Trascorse quindi un anno a Orlando Magic e, dopo una breve esperienza a Memphis, emigrò in Cina per giocare il suo ultimo anno da professionista.

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.