Frasi famose L’allenatore nel pallone

Tutte le frasi ed i dialoghi più famosi di un film cult come L’allenatore nel pallone con Lino Banfi nel ruolo di un mister sfortunato che si trova davanti l’occasione della vita ma….

Sarò muto come un pesce… che si è operato alle corde vocheli. (Canà)

Tutti gli intrallazzi si fanno a Torino. (Canà)

Canà: Lasciatela la palla!
Allenatore in seconda: Ma mister, guardi che la palla ce l’hanno gli avversari.
Canà: E apposta io sto gridando: «Lasciatela quella palla»; così quelli sentono così e lasciano… è una guerra psicologica la nostra!

Oronzo Canà, si lo so, la iena del tavoliere. Grandissimo mediano di rottura. Bravo! (Bergonzoni)

Oronzo Canà, si lo so, la iena del tavoliere. Grandissimo mediano di rottura. Bravo!

Leggi anche  Aldo Cantarutti: il bomber della fantasia

Aldo Biscardi: Può rivelarci chi sarà il nuovo allenatore?
Borlotti: Io sono un impulsivo un istintivo, sono abituato a fare di testa mia. E colgo l’occasione che siamo qui in televisione e tutti gli sportivi ci vedono, di comunicare la mia decisione anche all’interessato, il nome di cui è Oronzo Canà.

Ha visto Wilkins che gol?
Io ho visto che tu ti devi stare zitto, perché a forza di grattarmi mi stai facendo venire l’orchite. Porca miseria!

Canà mi guardi nelle palle degli occhi, lei pensa che io l’abbia scelta come allenatore per le sue doti tecniche? Bocca tasi! Bocca taci…(Comm. Borlotti)

stavo meglio in brasile a vendere bibite al maracanà e no in questa stazione di merd (Bergonzoni)

Canà, tagliamo la testa al toro, le rinnovo la fiducia, porti la squadra in ritiro, servirà a ritrovare l’amalgama! (Comm. Borlotti)

Allenatore in seconda: Cambia Cavallo!
Canà: Che l’erba cresce.

Abbiamo la iena e la volpe. La iena e the fox. Bravissimo! (Bergonzoni) [alludendo a Canà e Borlotti]

Ma che denaro liquido che quello fattura settecentocinquantamila lire l’anno. Un pastificio che si chiama Mosciarelli, chi se la compra la pasta, è pure scotta! Sa che hanno mandato un carico nel Biafra e ce lo hanno mandato indietro la pasta? (Canà) [parlando dello sponsor, il pastificio Mosciarelli]

Non pensi di esserti allargato un po’ troppo! (Gianfranco Giubilo) [rivolto a Canà]

Cosa ne pensa lei presidente di quello che dice il vate della Daunia? (Fulvio Stinchelli) [rivolto al presidente della Longobarda]

Io ho scoperto che tu non sei né figlio d’emigrante, né figlio di preta pura, tu sei proprio figlio di puttena, neto! (Canà)

Ma quante mammelle aveva la mamma di questo Giginho? Che c’aveva la centrale del lecce?(Canà)

C’è 4-5-1 o 4-4-2, io invece uso una cosa diversa: 5-5-5. (Canà)

Brasil la nostalgia du Brasil. Brasil sta lì, l’Italia aqui. Arì. Arì. Aristoteles adesso adesso dorme aqui. Arì. Arì. Sognà. Sognà. E speriamo che domenica vuoi segnà! Magar. Magar. Cicos, cicos, Canos, Canos… (Canà canta la ninna nanna)

Obrigado, mister! (Aristoteles)

La Longobarda è Aristoteles, e Aristoteles è la Longobarda. (Canà) [al processo del lunedì]

Se Zico ha giocato con i guanti, il mio Aristoteles giocherà col cappotto! (Canà)

Sorridi! (Canà) [rivolto a Crisantemi mentre entra in campo]

Grass, pelato, brüt… Che schifo. Cülatun! (Capotreno) [dopo aver visto Canà supplicare Aristoteles di non partire]

E va bene guardare al futuro, ma noi dobbiamo guardare anche al presente, presidente. Perché altrimenti io faccio giocare come ala fluidifichente, Daniele Piombi, e come ala tornente, Pippo Baudo! (Canà)

Vaffanculo a te, mammeta…… e Socrates! (Canà)

Arbitro sei un cornutaccio! (Canà)

Domenica un solo grido ci deve unire: vincere e vinceremo! (Canà) [dalla finestra di casa ai tifosi esultanti dopo la vittoria con la Lazio]

Castegner! E Rummenigge sta sempre a segner! (Canà) [all’annuncio dell’acquisto di Rummenigge]

Ma lo sa che noi attraverso le cessioni di Falchetti e Mengoni riusciamo ad avere la metà di Giordano? Da girare all’Udinese per un quarto di Zico e tre quarti di Edinho. (Comm. Borlotti)

Sono riuscito ad avere i tre quarti di Gentile e i sette ottavi di Collovati, più la metà di Mike Bongiorno. In conclusione, noi abbiamo ottenuto la comproprietà di Maradona in cambio di Falchetti e Mengoni. (Comm. Borlotti)

Canà, indovini chi le ho preso.
Chi?
Ma…
Ma?
Mara…
Mara, c’è mia moglie?
Marado…
Marado?
Maradona!
Maradònna benedetta dell’incoroneta

Mara Canà: Ah ma che divertenti queste scritte paint post modern. E poi vanno di moda i murales. Sara felice il nostro architetto. Neh.
Canà: Ah devi vedere come sarà felice il nostro amministratore, neh. Tutti i danni li pago io, neh!

Me desculpo… ma non capisco… eh…me desculpo, io signora mia, sono due ore che me desculpo ho mica ammazzeto nessuno…(Canà)

Oronzo, Oronzo, vieni a pescare con noi, ci manca il verme! (Tifosi del Milan) [coro da stadio]

Alla fine del campionato l’allenatore Oronzo Canà viene portato in trionfo dai suoi giocatori. Canà: Mi avete preso per un coglione!
Giocatori: No! Sei un eroe!
Canà: Mi…mi avete preso per un coglione!
Giocatori: Noo! Sei un eroe!
Canà: Mi avete preso per un coglione, sotto la mèno, mi fa male!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

9 + 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.