Frase famose de L’uomo dei sogni

Film cult sul baseball e sulla storia americana che ha saputo costruire, l’Uomo dei Sogni, in inglese Field of Dreams, è una pellicola del 1989 interpretata magistralmente da un ancor giovane Kevin Costner che vuole realizzare un sogno folle, anche e soprattutto se pensato ai giorni moderni, ovvero costruire un campo da baseball nel suo appezzamento di terreno, sostituendolo ai campi di grano che nell’Iowa sono il principale prodotto agricolo.

Ed in questo suo folle disegno, nato su alcune voci che solo lui sente nelle lunghe notti, è in grado di trascinare la sua famiglia, con moglie e figlia che lo spingono a non desistere, fino all’ultimo, anche quando sta per perdere la sua fattoria, ma anche John Kinsella, scrittore afroamericano che si è ritirato a vita privata da ormai moltissimi anni.

La trama, che si erge sull’immaginazione, spinta all’inverosimile e che diventa metafora della vita, quando devi credere in quello che fai fino all’ultimo, contrariamente da ciò che il pensiero comune ti spinge a non fare, ha un finale lieto, come si conviene alle belle storie, quando i cattivi non sono killer ma soltanto il luogo comune e non vedere oltre.

Per sognatori? Macchè, davvero un film che incita alla costanza ed alla perseveranza.

Frase famose de L’uomo dei sogni: elenco

Mio Dio come lo amo il baseball. Avrei giocato anche gratis.

Se lo costruisci, lui tornerà.

Lenisci il suo dolore!

Va fino in fondo.

Gli eroi si ricordano. I miti non muoiono mai.

Ma esiste il Paradiso? Certo, è il posto dove si avverano i sogni.

Volevo ringraziarti per aver costruito questo campo.

È davvero incredibile! No, è molto di più. E’ perfetto!

Ma questo è il Paradiso? E’ l’Iowa.

Forse è questo il Paradiso.

Ray, pensa quanta gente.

L’unica costante in tutti questi anni, è stata il gioco del baseball, l’America è stata travolta da mille rulli compressori, è stata cancellata come una lavagna, ricostruita e ricancellata, ma il baseball ha segnato il tempo, questo campo questa partita, sono parte del nostro passato, ci ricordano tutto quello che un tempo era buono, e potrebbe tornare a esserlo.

E poi, il fortunato, che indicherà la strada a Ray Kinsella, convincendolo che è finalmente arrivato il momento in cui si accorgerà di aver fatto la scelta giusta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.