Francia-Brasile 1998 finale Mondiali

Francia-Brasile non fu la semplice finale dei Mondiali di calcio 1998 che si tenevano proprio Oltralpe e che vedeva i Bleus alla caccia del loro primo titolo della storia. Per i transalpini, che in passato avevano mancato l’atto finale pur disponendo di un certo Michel Platini, lo Stade de France sembrava illuminato a giorno e preparato per la festa. e così fu.

Ma andiamo con ordine. Zidane, figlio di Francia per acquisizione, essendo algerino di nascita, era l’eroe predestinato, simbolo dell’unione dei popoli sotto la Tour Eiffel e non mancavano rappresentanti delle altre terre conquistate dai predecessori.



Il pomeriggio della finale sembrava poter scrivere un dramma umano prima ancora di iniziare a tirare il calcio d’avvio. La stella brasiliana Ronaldo, già in Italia con l’Inter, ebbe un malore improvviso in albergo. Si temette il peggio, fra mille voci che lo davano ricoverato, chi invece pronto a partire per tornare in patria.

La verità non si saprà mai.

Arriva la sera. La partita. Zidane è la stella che sigla due goal in sequenza. Il terzo arriverà nel secondo tempo con il più classico dei contropiedi. Desailly viene espulso ma nessuno se ne accorge.

Ronaldo è mesto a fine gara.

Blanc alza la Coppa del Mondo nel palco d’onore. Allez Bleu.

Francia-Brasile 1998: tabellino

12/07/98 – Saint-Denis, stadio Stade De France

Brasile – Francia 0-3

Brasile (4-4-2 a zona): Taffarel – Cafu, Aldair, Junior Baiano, Roberto Carlos – Leonardo (1′ s.t. Denilson), Cesar Sampaio (28′ s.t. Edmundo), Dunga, Rivaldo – Ronaldo, Bebeto.

Francia (4-4-2 a zona): Barthez – Thuram, Desailly, Leboeuf, Lizarazu – Karembeu (11′ s.t. Boghossian), Deschamps, Petit, Zidane – Djorkaeff (30′ s.t. Vieira), Guivarc’h (20′ s.t. Dugarry).

Arbitro: Said Belqola (Marocco)

Marcatore: 27′ p.t. e 45′ p.t. Zidane; 47′ s.t. Petit

Ammoniti: Junior Baiano, Deschamps, Desailly, Karembeu

Espulso: 22′ s.t. Desailly per somma di ammonizioni
Note: in tribuna, tra gli altri, Chirac e Jospin (con sciarpa francese), Platini (con maglia dei Bleus), Havelange, Blatter, l’attore Gerard Depardieu; abbraccio prima della partita tra Djorkaeff e Ronaldo; solito bacio di Blanc sulla pelata di Barthez, gesto scaramantico che ha scandito tutte le partite dei francesi durante il campionato del Mondo; i brasiliani non hanno svolto, prima dell’inizio, il tradizionale riscaldamento sul campo

Francia: Barthez – Thuram, Desailly, Lebouef, Lizarazu – Petit, Deschamps – Karembeu (st 12′ Boghossian), Zidane, Djorkaeff (st 30′ Vieira) – Guivarc’h (st 21′ Dugarry).
Brasile: Taffarel – Cafu, Aldair, Junior Baiano, Roberto Carlos – Cesar Sampaio (st 29′ Edmundo), Dunga, Leonardo (st 1′ Denilson) – Rivaldo – Bebeto, Ronaldo.

Francia-Brasile 1998: video

Mondiali 1998: classifica cannonieri

6 reti: Suker (1 rig.) (Croazia)
5 reti: Batistuta (2 rig.) (Argentina), Vieri (Italia)
4 reti: Salas (Cile), Hernandez (Messico), Ronaldo (1 rig.) (Brasile)
3 reti: Henry (Francia), Bebeto, Cesar Sampaio e Rivaldo (Brasile), Bierhoff e Klinsmann (Germania), Bergkamp (Olanda)
2 reti: Ortega (Argentina), Wilmots (Belgio), Prosinecki (Croazia), B. Laudrup (Danimarca), Petit, Zidane e Thuram (Francia), Whitmore (Giamaica), Shearer (1 rig.) e Owen (Inghilterra), R. Baggio (1 rig.) (Italia), Komljenovic (Jugoslavia), Bassir e Hadda (Marocco), Pelaez (Messico), Cocu, R. de Boer e Kluivert (Olanda), Moldovan (Romania), Hierro (1 rig.) e Morientes (Spagna), Bartlett (1 rig.) (Sudafrica)



Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.