Espulsioni di Maradona in carriera

Diego Armando Maradona è stato più famoso nel mondo del calcio per la serie incredibile di goal che è riuscito a mettere a segno che per qualunque altro fatto attinente alle sue prestazioni sportive. Eppure il Pibe de Oro aveva ogni tanto la capacità di perdere lucidità e di non sapersi controllare.

Non sono tantissime le reazioni, considerando che fu sempre oggetto delle attenzioni, anche al limite della legalità, dei difensori avversari. In carriera Maradona verrà espulso 4 volte. Ecco quali

La prima espulsione, casualità, arrivò con la Nazionale dell’Argentina, al Mondiale ’82 per un fallo di reazione contro il Brasile, venerdì 2 luglio 1982, quando i verdeoro erano sul punteggio di 3-0. Un gesto istintivo e il rosso gli venne sventolato dall’arbitro messicano Rubio.

Nel suo biennio in Spagna con il Barcellona, furono 2: la prima nel derby contro l’Espanyol, vinto per 5-2, il 24 aprile 1984 poi a fine carriera in Europa con la maglia del Siviglia, quando il 3 gennaio 1993, nella sconfitta per 3-0 sul campo del Tenerife, ricevette due cartellini gialli.

Con la maglia del Napoli, furono 2 le volte in cui lasciò il campo anzitempo.

Nell’annata di esordio, il 1984/85, vide il rosso al minuto 90° quando in Ascoli-Napoli del 18 novembre 1984, venne espulso assieme al centrocampista marchigiano Nicolini per comportamento non regolamentare.

invece, era alla sua seconda stagione nella Serie A ed era esattamente il 24 novembre del 1985, quando al San Paolo, in Napoli-Udinese, con il punteggio fermo sul 1-1, che sarà anche il risultato finale, non seppe trattenersi e colpì con una testata il difensore bianconero Criscimanni. Il caso vuole che il goal azzurro fu merito del 10 argentino, che con una parabola su punizione portò in vantaggio il Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.