Emeka Okafor: da Rookie dell’anno a Mister Infortunio

Quando si parla di basket ai massimi livelli non lo si può fare se non con riferimento alla NBA e lo faremo nello specifico di un giocatore che è stato debuttante dell’anno nel torneo americano, ma che è stato danneggiato seriamente da infortuni. Si tratta di Emeka Okafor.

Chi era? Un pivot attaccante americano degli anni 2000 e dell’ultimo decennio.



Perché viene ricordato? Per essere stato matricola dell’anno nel 2005, e per la sua prolungata assenza a causa di un infortunio al collo.

Cosa fa adesso? Si è ritirato nel 2020 nelle file dell’Ulsan Hyundai Mobis Phoebus nel campionato sudcoreano. Attualmente risiede a New York e collabora con la sua alma mater, l’Università del Connecticut, per fornire consulenza e formazione ai suoi giocatori.

Lo sapevate che? È nato a Houston, Texas, figlio di genitori nigeriani di etnia Igbo. Fu il primo americano della famiglia.

– Il suo nome, Chukwuemeka, significa ‘Dio ha fatto bene’ nella lingua Igbo.

– Un’ernia del disco al collo lo ha tenuto fuori dal campo per quattro stagioni consecutive, tra il 2013 e il 2017.

– È stato scelto secondo nel draft del 2004 , subito dietro Dwight Howard.

– È stata la prima scelta dei Bobcats nella loro storia.

Era uno specialista delle stoppate.

– In carriera ha segnato 12 punti di media, 9.7 rimbalzi e 1.6 stoppate.

–Sua moglie è la figlia di un arbitro.

– All’università ha studiato finanza.

– Misura 2,08 metri.

Biografia, palmares, statistiche: Chukwuemeka Ndubuisi Okafor è nato il 28 settembre 1982 a Houston, Texas. Dopo aver frequentato l’Università del Connecticut, ha debuttato in NBA nel 2004 con i Charlotte Bobcats. Nel 2008 si unì ai New Orleans Hornets e nel 2012 firmò per i Washington Wizards. Dopo l’infortunio, nel 2017 ha giocato con i Delaware 87ers della G League. Nel 2018 è tornato a New Orleans per giocare nei Pelicans. Nel 2019 è andato in Corea del Sud per giocare nell’Ulsan Hyundai Mobis Phoebus, dove si è ritirato nel 2020.



Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.