El Palacio lo stadio dell’Huracan di Buenos Aires

In Parque Patricios (Parco Patrizio), quartiere nella parte sud di Buenos Aires, si trova lo stadio del club che sorprese il calcio argentino negli Anni Settanta e che diede alla nazionale il tecnico che avrebbe portato sul trono del Mondo l’albiceleste.

La squadra è l’Huracan e l’allenatore è Luis Cesar Menotti detto El Flaco per la magrezza. Il quartiere costituisce  una delle zone più verdi della capitale argentina ed è anche la sede appunto  del Club Atlético Huracán, di fatto”Il Sesto più grande d’Argentina”. Lo stadio per la sua forma viene infatti conosciuto con il soprannome di “El Globo” o “El Globito”.

Il nome ufficiale è Tomás Adolfo Ducó ed ha attualmente una capienza di 48.000 spettatori.

I lavori per la struttura attuale iniziarono nel 1942 d il club continuò a disputare le partite interne utilizzando le strutture del Ferro Carril Oeste e del San Lorenzo de Almagro. le porte della nuova casa dell’Huracan vennero aperte il 7 settembre 1947, inizialmente la struttura si vide attribuita il nome di  Jorge Newbery, uno dei primi aviatori pionieri del Sudamerica nonchè considerato il fondatore dell’aviazione militare nazionale.

Si guadagnò il soprannome di “Il Palazzo”, quarto stadio in cemento costruito in tutta l’Argentina dopo quelli di Independiente, River Plate e Boca Juniors. All’inaugurazione potevano entrare fino a 100.000 spettatori, il più grande in assoluto del paese.

Il 23 settembre 1967 lo stadio venne ribattezzato in onore del Tenente Colonnello Tomás Adolfo Ducó, che fu presidente, in vari momenti della storia, fra il 1938 ed il 1955. Nel 1977 infine, l’opera venne ristrutturata e ammodernata, con la costruzione di palchi e cabine per gli operatori Tv.

In totale il club ha vinto cinque titoli nazionali: 1921, 1922, 1925, 1928 e 1973, il solo ad essere stato conquistato nell’attuale arena.

I tifosi dell’Huracan sono noti con il nome di “Quemeros”. Attribuito inizialmente in maniera offensiva, deriva dalla storia del luogo. A partire dal 1871 e fin nel secolo scorso, la zona era deputata all’incenerimento dei rifiuti, fatto che gli diede il nome di “La Quema”, e venivano chiamati “quemeros” quei lavoratori che provvedevano a recuperare quei materiali prima che venissero bruciati e che potevano avere un valore commerciale.

hinchas-hurcana-stadio-palazzo-argentina

All’interno del gruppo di tifosi dei Quemeros, chiamata semplicemente  “La Banda de la Quema” vi sono tre fazioni: “La José C. Paz”, “Los Pibes del Fondo”, e per la gente di Soldati, Pagola e Barracas. Questi gruppi sono posizionati all’interno dello stadio nel settore chiamato “Ringo Bonavena” .

I rivali storici sono i rossoblù del San Lorenzo di Almagro, il club di cui è tifosissimo Papa Bergoglio: i due clubs disputano un derby dovuta alla vicinanza dei due stadi, entrambi posti nella zona sud della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.