Cosa succede se il pallone si incastra nel canestro?

Sembra fatto apposta perchè non accada, eppure la sfericità del pallone da basket è tale che, non essendo perfetta, causa la particolarità, può anche andare ad incastrarsi fra tabellone e canestro, finendo la sua corsa in mezzo a ferro e plexiglass.

Se nei tornei professionistici è rarità, data l’abilità dei giocatori di andare ad effettuare il tiro in maniera precisa, nei tornei amatoriali e di livello più basso, capita sovente che il tiro frutti questa scena che fa scatenare l’ilarità.

Ma cosa succede in termini di regolamento? L’arbitro della partita a chi darà il pallone? Alla squadra del giocatore che ha tirato oppure ci sarà un sorteggio?

Semplice la risposta: il pallone verrà assegnato secondo la regola del possesso alternato, ovvero alla compagine che hanno la direzione della freccia, che è poggiata sul tavolo dei giudici di gara o del solo refertista, in favore.

La regola del possesso alternato nasce per evitare la palla contesa, ovvero per sciogliere rapidamente quei dubbi che si hanno in occasione di una mischia furibonda, quando i giocatori si buttano sul parquet per strappare la palla all’avversario.

Anche il caso del pallone che rimane incastrato nel sostegno soggiace a tale regola e dunque è soltanto la freccia ad indicare se la palla rimarrà nelle mani della squadra che ha effettuato il tiro oppure finirà alla compagine avversaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.