Chi ha segnato tanto senza mai essere convocato in nazionale

Kevin Campbell è l’inglese con il maggior numero di gol in Premier League senza essere mai stato chiamato per la sua nazionle. Chi sono i giocatori equivalenti negli altri primi cinque campionati per importanza in Europa? 

In Italia l’attaccante Nicola Amoruso ha collezionato 113 gol di Serie A in 380 presenze sparse in 13 club dal 1993-2010. Importanti le sue stagioni con la maglia della Reggina (40 gol) ma ha anche trovato la rete per Juventus, Napoli e Parma. Sebbene non abbia mai guadagnato una chiamata dell’Italia senior, ha rappresentato la nostra Under 21.

In Francia, Francois ‘Fanfan’ Félix ha segnato 120 gol in 341 presenze per sei club durante il periodo 1968-81. Non ha mai rappresentato la Francia nonostante facesse parte del finalista della UEFA Cup del 1978 Bastia. Fu goleador anche per Nimes e Paris FC.

In Germania, Thomas von Heesen ha segnato 100 volte in 378 presenze in Bundesliga, con 99 per l’Amburgo in una carriera durata nel periodo 1980-97. Come centrocampista attaccante piuttosto che un puro attaccante, potrebbe sentirsi particolarmente triste per non essersi mai guadagnato una presenza con la Germania o la Germania occidentale.

Il titolo in Spagna sembra essere condiviso a 139 gol tra Manuel Badenes (199 presenze) e Juan Araújo (207). Badenes (1946-59) è stato trascurato nonostante abbia segnato 90 gol in 97 presenze per Valencia e lucrato otto gol in due apparizioni per la Spagna B. Araújo fu in contemporanea, segnando tutti i suoi gol in un periodo di nove anni al Siviglia (1945-56 ).

E torniamo in Inghilterra. Mentre Campbell detiene il record della Premier League per la maggior parte dei gol da un giocatore inglese (83 in 325 presenze), questo non è davvero un confronto diretto poiché gli altri campionati riconoscono che il calcio non è stato inventato nel 1992. Un candidato più adatto è Arthur Chandler, che non è mai stato richiesto dall’Inghilterra nonostante abbia segnato 203 gol in 309 apparizioni di prima divisione per Leicester dal 1925 al 1935. “

Fritz Walter ha segnato 157 gol e ha rappresentato la Germania occidentale a Seoul 88. E, se ci allontaniamo dalle “prime cinque leghe”, João Lourenço come marcatore domestico non prolifico del Portogallo con 134 gol tra il 1961-72, Leo Van Veen ( Paesi Bassi -176 gol tra il 1965- 83) e Patrick Goots ( Belgio -154 gol tra 1988-2004).

Delio Onnis ha segnato 299 gol della Ligue 1 tra il 1971-86-ed è stato il capocannoniere della lega in cinque diverse occasioni-ma è stato snobbato dall’Argentina a causa di una politica di favorire i giocatori domestici. Lo stesso vale per l’attaccante brasiliano Vinício, che ha giocato la stragrande maggioranza della sua carriera in Italia, segnando 155 gol di Serie A, ma si autoescluse. Nonostante si fosse fatto di tutto per farlo giocare per la squadra nazionale italiana, Vinício scelse di astenersi dal vestire la casacca degli Azzurri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.