Chi ha inventato pattini a rotelle

L’invenzione dei pattini a rotelle ha sicuramente fatto felici molti adulti che, un tempo bambini, utilizzarono le due scarpe con le rotelle per muoversi rapidamente in strada, quando magari, l’acquisto di una bicicletta rappresentava un esborso considerevole per i portafogli dei genitori.

La prima volta che i pattini apparvero risale al 1743 in occasione di un’esibizione a Londra, sebbene il nome dell’inventore non sia emerso agli onori della cronaca. Poi, 17 anni più tardi, nel 1760, un musicista ed orologiaio belga, John-Joseph Merlin, progettò “i genitori” degli attuali e ben più utilizzati rollerblade poichè il modello presentava quattro rotelle in linea. Quando Merlin si recò a Londra come direttore del Museo Cox nei Giardini di Primavera, espose parecchi dei suoi strumenti musicali. Osò sfidare il pubblico mostrando anche questo curioso oggetto, ovvero un paio di pattini a rotelle. In uno scritto di quel periodo si legge: “… progettati per scorrere su piccole ruote in metallo. Provvisto di un paio di questi pattini e un violino, ha partecipato a un ballo svoltosi a Carlisle-House in Soho Square, nel cuore di Londra . Senza un modo per ridurre la loro velocità o controllarne la direzione, è finito contro uno specchio che si trovava alla fine della sala da ballo causando non solo la rottura dello stesso e del suo violino, ma procurandosi anche gravi ferite. ” Da quel momento abbandonerà l’idea di utilizzarli, fino al al 1790, quando un fabbro parigino ha inventato un pattino su ruote chiamato “Patin a terre”.

Da Merlin si passò a Monsieur Petitbled che nel 1819 in Francia depositò il primo brevetto ufficiale di pattini in linea con il proprio nome.
I pattini vennero infatti chiamati Petitbled ed erano particolarmente indicati per gli spostamenti rettilinei, ma non per quelli curvilinei in quanto ben difficilmente rendevano possibile l’effettuazione di una curva.

Si arriva al 1863 quando James Plimpton inventa gli “skate quad” aventi quattro ruote disposte a coppie e un perno con un cuscinetto di gomma che consentiva di curvare con una piega laterale. Tale il successo nella cittadina inglese di Newport venne aperta la prima pista di pattinaggio.

A Plimpton si può accreditare anche la nascita della prima associazione di pattinaggio a rotelle statunitense e la prima federazione internazionale di pattinaggio a rotelle. Diede vita anche alle prime gare (Plimpton Medal) e messeo a punto il primo un sistema di ‘categorie’.

Con il passare degli anni le modifiche apportate contribuiscono ad un aumento della sicurezza ed al miglioramento dell’attrezzatura, rendendolo non più semplice oggetto di divertimento, ma vero e proprio strumento di locomozione. Su tutte spiccano le idee di William Brown e Joseph Henry Hughes che crearono le moderne ruote da pattinaggio nel 1876 e Levant M. Richardson che nel 1884 brevettò l’utilizzo di cuscinetti a sfera in acciaio per raggiungere velocità maggiori con sforzi minori.

Il primo utilizzo in un’opera d’arte avverrà nel 1818 a Berlino, quando vennero impiegati nella prima edizione del balletto “Der Maler oder die Wintervergnügungen”. 
Nel 1823, a Londra, Robert John Tyers ha brevettato il modello “Rolito”. All’ ufficio dei brevetti inglesi il “Rolito” è stato descritto come un “dispositivo per essere collegato alla scarpe, stivali o un altro elemento che copre i piedi, per andare per necessità o per piacere.” Questo modello è stato fatto con 5 ruote linea fissa ed è stato un evento che ha attirato ben presto l’attenzione del pubblico.

Lo sviluppo divenne rapide: si stima che nel 1880, oltre 1 milione di paia di pattini erano in uso in più di 3000 piste negli Stati Uniti. Cresceva di pari passo il movimento sportivo e dunque le modifiche tendevano a rendere più facile il movimento, incrementando le velocità raggiunte. Così, la moda del pattinaggio trovò nuovi seguaci perché era sempre più facile e meno faticoso pattinare. Il massimo si ebbe in occasione  della prima guerra mondiale, quando poi lo sviluppo dell’automobile e nuove forme di divertimento collegato, resero “obsoleto” l’utilizzo delle rotelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

diciannove − undici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.