Chi è tornato ad allenare la stessa squadra dopo il licenziamento

Non dovrebbe sorprendere nessuno che la prima risposta a questa domanda sia qualcuno che ha lavorato per l’ex presidente dell’Atlético Madrid, Jesús Gil.

Durante il caotico regno di Gil, Radomir Antic, è tornato direttamente al lavoro da cui era stato licenziato, non una, ma due volte nell’arco di due anni. Dopo aver guidato la squadra per tre anni – tra cui una doppietta campionato e coppa nel 1996 – venne sostituito da Arrigo Sacchi nel giugno 1998. Sacchi è durato poco più di sei mesi, e Antic è tornato nel marzo 1999 per sostituire il sostituto, Carlos Sánchez Aguiar. Nonostante abbia condotto la squadra alla finale della Copa del Rey 1999, a giugno venne nuovamente esonerato e sostituito da Claudio Ranieri. Dopo che Ranieri fu licenziato nel marzo 2000, Antic è tornato per il suo terzo periodo di regno. Nonostante abbia raggiunto un’altra finale di Copa del Rey, venne prontamente spedito nuovamente.

L’italiano Francesco Guidolin, che ha avuto quattro periodi di lavoro al Palermo, di cui tre nell’arco di un anno. Dopo aver iniziato il suo secondo periodo al club nel giugno 2006, fu licenziato nell’aprile successivo.

Il licenziamento fu revocato potendo così tornare al timone entro un mese. Dopo appena due gare, però, viene nuovamente allontanato, questa volta per essere sostituito da Stefano Colantuono. Nel novembre 2007 Guidolin arrivò al posto di Colantuono per il suo quarto periodo al club. Questa reunion è stata ovviamente di breve durata per essere licenziato il 24 marzo 2008.

Leonardo Jardim fu l’allenatore del Monaco durante lo sfortunato periodo di Thierry Henry nel 2018-19. Harry Redknapp è tornato al Portsmouth nel 2005, un anno dopo aver lasciato il famigerato trasferimento al Southampton, anche se il Pompey aveva due allenatori diversi, Velimir Zajec e Alain Perrin.

Come Guidolin, Safet Hadzic è stato in carica all’Olimpija Ljubljana in quattro occasioni tra il 2010 e il 2020, anche se c’erano almeno due allenatori tra ogni periodo di allontanamento. E poi c’è Nenad Lalatovic. 

Lalatovic fu in carica per una stagione nel 2018-19 – un incredibile successo in questo – prima di abbandonarli per unirsi al Vojvodina. Al suo ritorno a Nis, venne squalificato quando, sulla linea laterale fu coinvolto in una discussione con i fans. A settembre tornò di nuovo al Radnicki Nis dopo un breve periodo al Borac Banja Luka, dove inizialmente si è dimesso dopo due partite, è tornato e poi si è dimesso di nuovo dopo altre sette partite.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.