Charly Mottet: il ciclista forte ma non fortissimo

E’ stato un personaggio nel mondo del ciclismo anche se non tra i più vincenti, trovandosi ad essere forte ma non uno specialista puro: è Charly Mottet.

Chi era? Un ciclista francese degli anni ’80 e prima metà degli anni ’90.

Perché è ricordato? Per essere uno dei migliori ciclisti francesi del suo tempo, vincitore di tappe nelle tre grandi e podio al Giro d’Italia.

Cosa fa adesso ? Ha smesso con il ciclismo nel 1994 al team Novemail. Da allora ha continuato ad essere legato al ciclismo. È stato allenatore della nazionale francese, direttore di gara del Delfinato e oggi continua ad organizzare gare ciclistiche.

Lo sapevi che? Recentemente è stato colpito dalla sfortuna: sua figlia Eva, 25 anni, anche lei ciclista, è morta lo scorso aprile 2020. La giovane donna aveva subito un gravissimo incidente anni prima, da junior, ai mondiali della sua categoria, dove proprio suo padre faceva da giudice. La giovane donna ha dovuto abbandonare il ciclismo dopo l’incidente, anche se il motivo della sua morte non è stato mai rivelato.

– A causa della sua altezza (1,64 m) era conosciuto nel gruppo come ‘Petit Charly’.

– Prima di dedicarsi al ciclismo, ha praticato rugby e judo.

– Uno dei suoi sostenitori era il leggendario direttore sportivo Cyrille Guimard che guidò anche Hinault e Fignon in carriera.

– Ha vinto tre tappe del Tour, una del Giro d’Italia e due della Vuelta di Spagna.

– Il suo miglior piazzamento in una “grande corsa a tappe” è stato il secondo posto al Giro nel 1990.

– In quell’edizione della corsa rosa si trovò di fronte uno straordinario Gianni Bugno che tenne la maglia rosa dalla prima all’ultima tappa a Milano, evento rarissimo nella storia del Giro.

Fu maglia bianco al Giro 1984, quando correva con la Renault.

– Il suo miglior piazzamento in un campionato del mondo fu il secondo posto ottenuto a Colorado Springs: anche in quell’occasione fu battuto da un italiano, Moreno Argentin, che lo battè agilmente in volata.

– Ha vinto tre volte il Delfinato.

– Al Tour finì per due volte sulla porta del podio: due volte quarto.

Era un buon ciclista su tutti i terreni, ma soprattutto in montagna.

– È considerato uno dei ciclisti più puliti della sua generazione: non è mai risultato positivo né venne mai coinvolto in alcuno scandalo di doping.

Biografia, palmares, statistiche: Charles Mottet è nato il 16 dicembre 1962 a Valence, in Francia. Ha fatto il suo debutto professionale nel 1983 alla Renault. Ha corso per il Système U, per l’RMO e per il Novemail, dove si è ritirato nel 1995. Nel suo palmares ha i successi prima citati, oltre ad altre vittorie come un Giro di Lombardia, un Giro del Lazio, un Tour de Romandie e un Tour de Limousin.

E per concludere, ecco il video della sua vittoria sulle strade della Lombardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.