Brandi Chastain, la calciatrice che cambiò la storia con lo strip

Il calcio femminile divenne famoso nel mondo anche grazie allo strip improvvisato di Brandi Chastain dopo la rete decisiva nel mondiale americano. La biografia di una campionessa a tutto tondo.

Quando il calcio femminile non era ancora popolare in Italia, era già un fenomeno di massa negli USA. Dopo l’edizione del Mondiale di calcio maschile nel 1994, gli americani organizzarono la versione femminile nel 1999, con la forte possibilità di riempire gli stadi e di trionfare.

Probabilmente il nome Brandi Chastain non dirà molto subito, ma la foto che la ritrae senza maglietta, esultante dopo la vittoria nella finalissima, l’avrà fatta diventare idolo di molti che il football in rosa non lo avevano mai visto prima.

Quando accadde

La foto fu scattata il 10 luglio 1999, nel Rose Bowl di Pasadena, subito dopo che Brandi Chastain segnò l’ultimo dei rigori nella lotteria finale che decise la vittoria degli USA contro la Cina. Nella sorpresa generale, il difensore americano si tolse la maglietta, rimanendo solo con il top sportivo, per gioire.

L’immagine si guadagnò le copertine di riviste come Sports Illustrated, Newsweek o Time. La CNN addirittura la inserì fra le migliori 100 foto sportive della storia. Il presidente della compagine in cui militava Brandi disse che senza dubbio si trattò del momento culmine per la ragazza, un momento di liberazione.

Da un lato, Chastain fu accusata di aver pianificato il tutto per fare pubblicità gratuita alla Nike; va dato atto però che il marchio sul reggideno era davvero piccolo e poco visibile.

Alla domanda precisa in merito allo strip Chastain disse che “si trattò di un momento di pazzia momentanea, nulla di più nulla di meno. Non stavo pensando a nulla, era solo il miglior momento della mia vita su un campo da calcio”.

Il match vide ben 90.000 spettatori sugli spalti e fu seguito in tv da circa 40 milioni di persone.

  • Chastain pubblicò un libro dopo il suo ritiro dal calcio giocato con il titolo “Non riguarda il reggiseno”.
  • Dopo l’evento, posò seminuda per una rivista per uomini, ricevendo critiche da alcune settori dell’opinione pubblica.
  • E’ al momento al decimo posto nella classifica delle presenze della nazionale USA.
  • Nel Mondiale 1999, realizzò due reti, uno però nella propria porta, Accadde nella partita contro la Germania, nei quarti di finale vinti per 3-2
  • Il suo esordio in nazionale fu a dir poco spettacolare: partendo dalla panchina, entrò in campo sostituendo una compagna di squadra e segnò ben 5 reti nella vittoria per 12-0 contro il Messico.
  • Giocò sempre con il numero 6 in carriera.

Biografia

Brandi Denise Chastain nacque il 21 giugno 1968 a San Jose, California. Iniziò la sua carriera di calciatrice ai tempi dell’Università, a Berkeley e Santa Clara, entrambe in California. Passò professionista con le maglie di San Jose CyberRays, Gold Pride e California Storm. In nazionale, giocò ben 192 partite, segnando 30 reti, vincendo due Mondiali, due ori e un argento alle Olimpiadi.

Oggi Brandi Chastain

Ritiratasi nel 2004, tornò a calcare i campi nel 2009. Attualmente, oltre ad essere commentatrice televisiva in qualche occasione, è membro del consiglio d’Istituto della Legge e dell’Etica, un organismo dipendente dell’Università di Santa Clara.

Il video di quel celebre momento della storia del calcio femminile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sedici − dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.