Bouclier de Brennus: il trofeo per i campioni di rugby di Francia

E’ un trofeo molto particolare e antichissimo che viene assegnato al campione del campionato francese di rugby. È il Bouclier de Brennus.

Il trofeo è uno scudo (bouclier, in francese) e la sua origine va ricercata nel padre dell’olimpismo moderno, il barone Pierre de Coubertin , che decise nel 1892 che il campione francese di rugby dovesse ricevere un trofeo.

Sebbene si pensi spesso che il nome dello scudo si riferisca a Brennus ( Brenno ), un condottiero gallico che affrontò Roma, non c’entra nulla. Il nome deriva da Charles Brennus, co-fondatore con Coubertin dell’Union des sociétés françaises de sports athlétiques (USFSA), da cui all’epoca dipendeva il rugby gallico.

Il trofeo è un disco di ottone incastonato in un pannello di legno di frassino (il Planchot, come è popolarmente noto) ed è uno dei premi sportivi più singolari e riconosciuti in Francia .

Sebbene il disegno fosse opera di Coubertin, il trofeo venne realizzato da Brennus, che era un gioielliere. Inoltre, Brennus era stato presidente di un club parigino di rugby, lo Sporting club universitaire de France (SCUF). Per questo motivo, il Bouclier viene solitamente assegnato ai vincitori da due giovani giocatori di questa squadra. È interessante notare che SCUF non ha mai vinto il trofeo, sebbene fosse finalista negli anni ’10.

Per circa 20 anni il trofeo originale del 1892 non è stato consegnato, perché durante più di un secolo di vita aveva subito numerosi danni (alcuni giocatori festeggiarono la loro vittoria giocandoci senza rispetto con esso). Nel 2003 è stata restaurato e attualmente ne viene consegnata una replica ai vincitori del torneo transalpino della palla ovale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.