Andrè The Giant, il gigante campione della WWF

André René Roussimoff (detto The Giant) nacque il 19 giugno 1946 a Grenoble in Francia. Figlio di Borssi e Marian, trascorse la sua infanzia in una piccola comunità di coltivatori, sita presso la sua città natale. Purtroppo la sua nascita non si rivelò essere fortunata: infatti si manifestò ben presto l’acromegalia, una malattia che comporta un’eccessiva crescita delle ossa e dovuta alla incontrollata secrezione dell’ormone della crescita. La sua statura incredibile, associata anche allo sviluppo degli arti inferiori e superiori, lo portò ben presto a praticare attività sportive di contatto come il rugby e a 17 anni alla pratica della lotta libera, allenandosi congiuntamente a squadre professionali.

In poco tempo le sue gesta divennero famose nel mondo, passando attraverso tourneè sparse fra Algeria, Sudafrica, Marocco, Gran Bretagna e Scozia.

Nel 1971 arrivò la proposta di entrare nel mondo professionistico e “dorato” della WWF. Dopo aver acquisito popolarità in Canada con il nome di Jean Ferre, durante un viaggio a New York conosce Vince McMahon, fondatore della celebre federazione di lotta americana.  Il debutto è logica conseguenza: cambia nuovamente il suo nickname in André The Giant e dal 1975 in avanti, passando attraverso gli Anni Ottanta e fino ai primi Novanta, conuista le folle delle arene statunitensi.  Campione nella categoria Tag Team con il compagno Haku, diventerà celebre per la sua rivalità con Hulk Hogan, grazie alla creazione della contrapposizione fra il Buono (Hogan) ed il Cattivo (Andrè).

Sarà appunto il combattimento in “Wrestlemania 3” che, pur vedendolo sconfitto, dopo un leggendario sollevamento, lo farà entrare di diritto nella storia del wrestling. Il suo fisico eccezionale contribuì a farlo entrare nel mondo del cinema, partecipando ad alcuni film come L’uomo da sei milioni di dollari, Truck Driver, Conan il Distruttore, la Storia Fantastica.

 Vita privata di Andrè The Giant

Senza mai sposarsi ufficialmente, Roussimoff ebbe una figlia da Jean Christensen, Robin, nata nel 1979.

André the Giant è stato il primo wrestler in assoluto a comparire sulla copertina della rivista Sports Illustrated.

Trascorse gli ultimi anni della sua vita nel ranch presso Elerbee, senza particolari vizi o passioni se non quella di collezionare vini pregiati. Nel 1993, tornò in patria per partecipare ai funerali del padre ed il 27 gennaio dello stesso anno, un attacco di cuore lo colpì fatalmente. Davvero una triste fine per un campione noto con il soprannome di “The Boss”, Il Capo. Nel 1994 uscì nelle sale cinematografiche il film “Trading Mom” (A. A. A. mamma cercasi) in cui interpretava il ruolo di un circense. Sarà il primo ad essere ammesso nella Hall of Fame del wrestling, creata solo successivamente al suo decesso.

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.