Aleksandr Karelin: il lottatore imbattibile

Ci esaltiamo sempre nel ricordare i grandi protagonisti dei Giochi Olimpici. Quello di oggi è uno dei grandi, non solo per le sue dimensioni, ma anche per il suo record impressionante: Aleksandr Karelin.

Chi era? Un lottatore russo degli anni ’80 e ’90.

Perché è ricordato? Per essere stato tre volte campione olimpico di lotta greco-romana (nella categoria fino a 130 chili) e nove volte campione del mondo.

Cosa fa adesso: ritiratosi nel 2000, Karelin è ora impegnato in politica. È membro del parlamento russo (la Duma), dove siede nella commissione per gli affari esteri.

Lo sapevi che?:Alla nascita pesava 5,5 chili.

-Misura 1,91 metri e quando gareggiava pesava 128 chili.

– “Alessandro Magno” o “Orso russo” erano alcuni dei suoi soprannomi.

– Ha fatto parte della Polizia del suo paese, dove ha raggiunto il grado di colonnello.

– Suo padre era un pugile.

– Ha tre figli: uno è un automobilista, un altro è un lottatore come lui e sua figlia è una ginnasta ritmica.

– Il suo equilibrio in combattimento è semplicemente impressionante: 887 vittorie e 2 sconfitte.

– È stato tre volte portabandiera olimpico, e tutti e tre con bandiere diverse: Unione Sovietica, Comunità degli Stati Indipendenti e Russia.

– È stato imbattuto per due lunghissime serie consecutive, una di cinque anni (1982-1987) e un’altra di tredici anni (1987-2000).

– Ha tentato la fortuna nella competizione di arti marziali miste.

Biografia, palmares, statistiche: Aleksandr Aleksandrovich Karelin è nato il 19 settembre 1967 a Novosibirsk, in Russia. Ha iniziato ad allenarsi nel 1981 e ha esteso la sua carriera per 19 anni. Complessivamente ha ottenuto tre ori olimpici e un argento, nove volte campione del mondo, 12 volte campione europeo e 13 volte campione dell’URSS o della Russia.

Vi lascio con un video dedicato a Karelin:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.