Accadde oggi 7 dicembre: muore Billy Bremner

Il 7 dicembre 1997, l’ex capitano del Leeds United Billy Bremner morì dopo essere stato ricoverato in ospedale per polmonite. Aveva solo 54 anni.

Nato nella città scozzese di Stirling, Bremner si unì al Leeds United nel 1959 quando aveva appena 17 anni e da li non si mosse, giocando ininterrottamente per 18 stagioni. Divenne subito un titolare regolare già nella sua seconda stagione aiutando il club a guadagnare la promozione nella massima serie nel 1964 sotto la direzione del manager Don Revie, una leggenda del club.

Curiosamente, all’inizio della carriera, quando era ancora nel settore giovanile, venne scartato dall’Arsenal e dal Chelsea che lo ritennero troppo esile per sostenere la rudezza del calcio inglese.

Sapeva giocare con un’intensità e una tenacia che smentivano la sua bassa statura (era appena 167 cm di altezza), guadagnandosi il rispetto dei compagni di squadra e degli avversari. Nel 1966, divenne il capitano spingendo di fatto il Leeds a vette nazionali ed europee, vincendo una Coppa di Lega (1968), FA Cup (1972), due campionati (1969, 1974) e due Coppe delle Fiere (1968, 1971), raggiungendo anche le finali della Coppa dei Campioni (1975) e della Coppa delle Coppe (1973).

La sua carriera non fu però priva di controversie, tuttavia, poiché sviluppò una reputazione per il gioco sporco, senza mai regalare nulla a nessun avversario.

Quando lasciò Elland Road nel 1976, aveva collezionato 772 presenze con il club, solo una partita dietro il loro leader di tutti i tempi, Jack Charlton. Si trasferì brevemente a Hull City (1976-79), entrando poi a far parte di Doncaster Rovers (1979-81) come giocatore-manager.

Tornò a Leeds nel 1985 come manager, quindi al Doncaster nel 1989 e si è ritirato nel 1991.

Nel dicembre 1997, contrasse una polmonite, morendo per un sospetto attacco di cuore a soli due giorni dal suo 55° compleanno.

 

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.