Accadde oggi 27 febbraio: la brutta fine del gufo dello Junior

Il 27 febbraio 2011, una partita del campionato colombiano tra due squadre che non veleggiavano ai vertici della classifica ha attirato l’attenzione globale dopo che un giocatore prese a calci un gufo.

La Popular Junior ospitava la partita di massima serie contro il Deportivo Pereira con entrambe le squadre saldamente in fondo alla classifica. Ad un certo punto, un gufo, mascotte non ufficiale per il club di casa, entrò in campo, dove venne presto colpito dal pallone nel momento in cui un giocatore del Deportivo tentava un passaggio rasoterra. L’arbitro interruppe il gioco pochi secondi dopo, a quel punto Luis Morales del Deportivo, avvicinandosi al gufo infortunato, gli diede un calcio, spedendolo fuori dal campo.

Successivamente, Morales si scusò pubblicamente con i giocatori dello Junior e i loro sostenitori, dicendo che non stava cercando di ferire il gufo, ma voleva solo vedere se poteva ancora volare. La Lega stabilì che l’azione di Morales era una deliberata provocazione dei tifosi di casa sospendendolo per due partite e multandolo per $ 560.

Il gufo venne mandato per le cure presso un veterinario, ma morì per le ferite riportate.

Davide Bernasconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.